Rassegna Stampa

Totti-Roma: accordo. Resta altri due anni

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-09-2013 - Ore 09:45

|
Totti-Roma: accordo. Resta altri due anni

C’è l’accordo, non la firma. Ma il più, come era del resto prevedibile,è fatto. Francesco Totti giocherà per altre due stagioni, oltre questa, con la sua Roma: il prolungamento del contratto prevede la nuova scadenza al 30 giugno 2016. Decisivo l’incontro di ieri, allo studio Tonucci, tra il direttore generale giallorosso Mauro Baldissoni e il commercialista del capitano Adolfo Leonardi che ultimamente avevano intensificato i contatti. Una telefonata per fissare l’appuntamento a metà mattinata, in via Principessa Clotilde, alle spalle di piazza del Popolo, dove sia il dg che il ds Sabatini fissano gli incontri più delicati.

L’INTESA -  Baldissoni e Leonardi hanno risolto tutto. Quando si ritroveranno, quasi sicuramente all’inizio della prossima settimana, dovranno solo mettere per iscritto i contratti. Che saranno tre. Gli stessi che sono già in essere e che saranno solo aggiornati. Il primo è quello fondamentale: Totti, accontentato con il biennale, ha accettato una riduzione del trenta per cento (circa) dell’ingaggio rispetto all’attuale che è di 4 milioni e mezzo netti. Francesco riceverà uno stipendio annuo di 3 milioni e 200 mila. Il secondo contratto è quello con la Number Ten che gestisce i diritti di immagine: il capitano ha sempre lasciato quelli legati al materiale sportivo alla società giallorossa, tenendo per sé gli accordi commerciali privati. Nel nuovo accordo, però, Totti ha dato la disponibilità ad ampliare la sua collaborazione con la Roma: aumenteranno i prodotti con l’immagine di Francesco che concederà, con diverse personalizzazioni, anche l’utilizzo del piccolo merchandising. Dagli astucci ai diari, dalle penne ai portachiavi. Il terzo contratto è il quinquennale da dirigente: il capitano resterà a Trigoria anche a fine carriera, intesa trovata già durante la gestione Sensi. In pratica è confermato l’accordo in essere, con un ingaggio che deve essere dello stesso livello di quello del dirigente che guadagna di più nella struttura societaria giallorossa. Per rimanere alle cifre attuali di tutto il management lo stipendio si aggirerà sui 600 mila euro. Il ruolo di Totti sarà definito in futuro: l’idea di Pallotta è che sia l’ambasciatore della Roma all’estero.

L’ATTESA PER L’ANNUNCIO –  La fumata bianca è prevista per fine mese. Francesco compie 37 anni il 27 settembre, dopo Roma-Lazio. Ma, con lo sbarco di Pallotta nella capitale, non è da escludere che il presidente ufficializzi l’accordo già prima del derby di domenica 22. Lunedì al Tardini il capitano giocherà contro il Parma, la formazione a cui ha segnato di più in carriera: 18 gol. Su quel campo Totti ha anche realizzato l’ultima rete in trasferta il 31 ottobre 2012. Ieri Garcia ha esentato dalla seduta pomeridiana, la seconda della giornata, i nazionali De Rossi, Florenzi, Strootman, Maicon e Pjanic. Borriello ha interrotto l’allenamento per una contusione al piede: niente di grave. Bradley, invece, rischia di star fuori un mese per la distorsione alla caviglia, come evidenziato dagli accertamenti di ieri.

IL VIAVAI -  L’inglese Eric Solem, responsabile del ticketing della Roma, è il primo candidato per la sostituzione del tedesco Christoph Winterling che è stato sollevato dall’incarico di direttore commerciale e del marketing del club giallorosso. La notizia è stata comunicata lunedì a Winterling, su decisione di Pannes, braccio destro del presidente Pallotta che a quanto pare non era soddisfatto per i ricavi dalle sponsorizzazioni: la Roma, tra l’altro, in questa stagione non ha nè main sponsor e nè sponsor tecnico. Il divorzio è scaturito dopo un contrasto tra Winterling e il ceo Italo Zanzi. Solem, residente a Londra, si sta occupando della biglietteria on line. L’alternativa al manager inglese è Giorgio Brambilla, milanese e vice di Winterling.

Fonte: (Il Messaggero – U.Trani)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom