Rassegna Stampa

Totti-Roma si fa: «Continua con noi»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-05-2016 - Ore 05:33

|
Totti-Roma si fa: «Continua con noi»

GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI - I fotografi sono convocati per la prima settimana di giugno, al massimo la seconda. Perché sarà James Pallotta a spingere il tasto «invia», a pubblicare un’enciclica che è già in bozza. Francesco Totti giocherà ancora una stagione con la Roma. Poi al capitano saranno confermati i sei anni da dirigente, con un ruolo operativo, come da lui richiesto: entrerà nell’area tecnica, sarà la mano e non solo la faccia del club. Il tutto sarà circostanziato nei dettagli in un ultimo incontro all’inizio della settimana tra la società giallorossa e il commercialista di riferimento della famiglia Totti, Adolfo Leonardi. Ma l’aria di Dubai, dopo le carezze reciproche tra il giocatore e il club sull’assenza di problemi economici nella trattativa, ha definitivamente rasserenato gli animi. Il dato è tratto, la decisione è presa. Mauro Baldissoni, direttore generale della Roma, quell’aria l’ha respirata eccome. E allora ecco nuove carezze, sotto forma di chiarori che preparano la via ai fuori d’artificio presidenziali: «Francesco è irraggiungibile, ormai è una leggenda – ha detto il d.g. a Roma Tv –. Il confine tra la realtà e l’immaginazione nel suo caso si perde. Salah come lui? Ne deve fare di strada Mohamed, i due possono essere un po’ testimoni del passaggio dal passato al futuro della Roma. Ma il passato non è ancora passato e non passerà mai. Francesco continua e continuerà a giocare nella Roma, farà parte della nostra famiglia ancora a lungo». E così sia, non resta che aspettare Natale, ma Natale sicuro arriverà. niente statuina Questo rinnovo non s’aveva da fare, poi il campo ha prodotto magie e questo rinnovo s’è fatto, nella testa di chiunque a Trigoria. Ancora un anno da calciatore per un milione di euro più bonus: l’accordo sull’ingaggio era stato trovato da tempo tra le parti. Il tutto per una stagione che la Roma vorrà monetizzare con una serie di eventi paralleli, provando a trasformare il lungo addio del campione in una festa infinita e in un pozzo infinito, per la gioia delle casse societarie se è vero che il capitano ha lasciato al club buona parte dei diritti d’immagine. La bozza dell’enciclica prevede che a Totti non saranno allungati i sei anni da dirigente – a 600 mila euro a stagione – già pattuiti nei precedenti rinnovi contrattuali. Ma a fronte di questa «rinuncia», Totti ottiene quello ha sempre voluto. Non avrebbe mai voluto fare la bella statuina: preferiva un ruolo operativo e un ruolo operativo avrà, nell’area tecnica, vicino alla squadra, al campo, a quello che ha sempre fatto nella sua carriera.

DI FRONTE A DIEGO Totti non farà l’americano e neppure l’arabo, a dispetto di qualche richiesta che pure era arrivata. Ieri, contro l’Al Ahly, è stato premiato a bordo campo e si è divertito a tornare titolare di fronte a Diego Armando Maradona. A Roma festeggerà 40 anni in campo, inseguendo il sogno di una vita: diventare l’unico calciatore a vincere due scudetti in giallorosso.

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - STOPPINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom