Rassegna Stampa

Tra scudetto ed Europa la Capitale sogna in grande

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-12-2014 - Ore 08:06

|
Tra scudetto ed Europa la Capitale sogna in grande

Dopo giorni in cui si parla di Roma solo per mafia e corruzione è bello pensare alla Capitale protagonista in positivo, almeno nello sport. Lo sarà oggi con l’annuncio della sua candidatura alle Olimpiadi del 2024 da parte del capo del governo, Matteo Renzi, lo è in campionato con le sue due squadre di calcio. Se la corsa per la manifestazione a cinque cerchi sarà lunga circa tre anni, quella di Roma e Lazio finirà a maggio e gli obiettivi si chiamano scudetto e qualificazione per l’Europa.

 

Traguardi ambiziosi, ma non impossibili. Piaccia o no al presidente Preziosi che, nonostante i suoi precedenti poco edificanti, si è permesso di affermare “Troppe cose stanno succedendo a Roma non vorrei che fosse coinvolto anche il calcio”. Il presidente del Genoa può stare sereno, a Roma accade che due società, con modi e stili differenti, stiano guadagnando con merito i vertici del calcio italiano.

Oggi più che mai, con la distanza ridotta a un punto, la lotta allo scudetto tra Juventus e Roma è intensa e palpitante. Si giocherà sul filo dell’incertezza, ogni particolare potrà essere determinante. Al momento la Juventus ha perso lucidità in attacco, non a caso, da quando Tevez gira a vuoto. La Roma soffre più del dovuto anche quando, come ieri a Genova, in superiorità numerica, aveva in pugno la gara. I giallorossi non avendo la stessa solidità difensiva del campionato scorso devono, a maggior ragione, essere più pratici e chiudere le partite.
Nonostante la concorrenza numerosa e agguerrita la Lazio ha tutto per centrare l’obiettivo europeo, soprattutto se farà tesoro degli errori commessi e crescerà in personalità. Pioli sta già cambiando qualcosa nel gioco, rendendolo meno spregiudicato e dispendioso, il resto può farlo il mercato di gennaio. In attesa dei rinforzi Mauri è l’uomo in più, Felipe Anderson la novità, Keita la speranza.

Fonte: Il Messaggero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom