Rassegna Stampa

Traffico d’auto di lusso: l’ex di De Rossi dai pm

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-04-2014 - Ore 18:11

|
Traffico d’auto di lusso: l’ex di De Rossi dai pm

L’ex moglie del calciatore giallorosso Daniele De Rossi in procura. Tamara Pisnoli si è presentata negli uffici del palazzo di Giustizia di Roma per essere sentita in merito a un’indagine sul traffico di auto di lusso dall’Italia all’estero.

La donna è arrivata in procura spontaneamente per cercare di chiarire la sua posizione con il pubblico ministero titolare delle indagini, che già hanno portato a diversi arresti. Una volta entrata nelle stanze del magistrato, è stata identificata dagli investigatori e, invece di essere poi ascoltata e quindi mettere a verbale le sue parole, ha preferito non rilasciare dichiarazioni. Una scelta che ha dunque portato gli inquirenti a rinviare l’audizione e fissare un’altra data per poter far entrare le sue dichiarazioni nel fascicolo d’inchiesta. Per ora, comunque, la certezza è che Tamara Pisnoli ha chiesto e ottenuto di essere ricevuta in gran segreto dagli inquirenti per poi, invece, decidere di tornare per un altro incontro.

L’inchiesta per la quale si è presentata a piazzale Clodio, fa riferimento a una presunta gang delle auto di lusso, che avrebbe messo a punto un sistema per portare le vetture di grossa cilindrata fuori dal Belpaese e immetterle poi sul mercato di paesi come Spagna, Marocco, Algeria e Mauritania. Si tratta dell’operazione «Maggiolino», nome dato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia Roma Eur, che ha portato lo scorso febbraio a otto arresti e tredici perquisizioni tra la provincia di Roma e Verona. E che ha coinvolto, appunto la Pisnoli, il cui padre - con precedenti per furto e rapina e già sfuggito a un agguato - fu freddato con due colpi di fucile nel 2008. La donna sarebbe stata «notata» insieme ad alcune delle persone indagate o arrestate. E proprio su questo si dovrebbe basare la sua audizione. Al momento delle misure cautelari Tamara Pisnoli non risultava indagata e non le vennero mosse contestazioni.

Fonte: IlTempo.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom