Rassegna Stampa

Tutto nei piedi di Gervinho. Non in quelli di De Rossi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-11-2013 - Ore 07:38

|
Tutto nei piedi di Gervinho. Non in quelli di De Rossi

La brutta notizia per Rudi Garcia arriva da De Rossi che per via di un problema all’alluce rischia di saltare, dopo le due amichevoli con la nazionale, anche la partita di lunedì con il Cagliari. La buona, invece, arriva da Gervinho, che ieri pomeriggio è tornato a Trigoria non solo sorridente e soddisfatto per la qualificazione della Costa d’Avorio al Mondiale, ma anche in perfetta salute. Ha lavorato in palestra, ma dopo gli 80 minuti con la nazionale è pienamente recuperato e lunedì una maglia in attacco sarà sua. Le altre due saranno probabilmente di Ljajic e Florenzi perché Borriello proverà a recuperare dal problema alla caviglia, ma al massimo andrà in panchina. Ieri ha fatto ancora differenziato, ma le sue condizioni migliorano e il morale è buono, come dimostra il tweet contro i «gufi» che lo ritrae insieme a Totti.

TOTTI NO. DESTRO SPERA Il capitano, anche lui sulla via del rientro, da oggi aumenterà i carichi con l’obiettivo di essere a disposizione per Roma-Fiorentina dell’8 dicembre. Già da lunedì, invece, potrebbe tornare a respirare l’aria della squadra Mattia Destro: se farà tutta la settimana in gruppo (considerando che alla partita mancano ancora 6 giorni) Garcia potrebbe convocarlo. I medici, infatti, hanno già dato parere favorevole.

RISCHIO DE ROSSI, IDEA STROOTMAN Per un parere su De Rossi invece bisognerà aspettare almeno fino a venerdì. Tornato ieri mattina a Roma dopo essere rimasto a Londra lunedì notte con la fidanzata, il centrocampista è stato sottoposto ad esami che hanno evidenziato un’infiammazione all’alluce sinistro. «È più il fastidio del danno in sé», filtra da Trigoria, dove viene evidenziato come De Rossi abbia iniziato soltanto ieri una terapia anti-infiammatoria. Avvertendo dolore tra l’alluce e la pianta, fatica a poggiare il piede e a calciare e quindi dovrà essere lui a dire quando ce la farà a ricominciare a lavorare con i compagni. Di certo, visto che alla partita mancano ancora 6 allenamenti, proverà a recuperare. Se non dovesse farcela, Garcia inserirà Bradley, ma l’americano potrebbe fare l’interno con Strootman spostato in regia. Garcia ogni tanto in allenamento lo prova in quella posizione, convinto che l’olandese abbia sia il piede sia la forza per giocare in quel ruolo. E a lui la cosa non dispiace.

ANSIA BENATIA Mentre Bradley, Maicon, Torosidis, Lobont e Jedvaj (ieri in gol in Croazia-Lettonia Under21) rientreranno tra oggi e domani, sotto osservazione c’è il polpaccio di Benatia. Il marocchino avverte fastidio, ma Garcia farà di tutto per riformare la cerniera con Castan. E lui farà di tutto per giocare, così come Balzaretti che ha un affaticamento muscolare.

Fonte: Gazzetta dello Sport – Zucchelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom