Rassegna Stampa

Tutto ruota intorno al bomber

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-07-2015 - Ore 06:50

|
Tutto ruota intorno al bomber

IL MESSAGGERO - TRANI - Oggi c’è solo la Roma di Pinzolo, allargata a giovani e partenti. Prima o poi, però, vedremo anche il gruppo vero. Cioè migliorato, completo e, come si augurano Garcia e i tifosi giallorossi, competitivo per la stagione che verrà. Di sicuro molto diverso da quello che nel pomeriggio sarà al lavoro sulle Dolomiti, per il mini ritiro precampionato che, con 6 giorni scarsi è il più breve tra tutte le iscritte alla nuova serie A. Sabatini ha il compito di rifare la rosa. Gli obiettivi, almeno per i ruoli da coprire, sono dichiarati. Tutto ruota attorno al centravanti, la priorità assoluta del ds. Che, però, deve mettere a disposizione del tecnico, al più presto, pure il terzino sinistro. Sono i due interventi più urgenti. Diventeranno tre se nei prossimi giorni saranno ceduti almeno due tra Destro, Gervinho e Doumbia. Perché il jolly offensivo d’attacco (trequartista, seconda punta o esterno alto) è fondamentale per il sistema di gioco che prevede il finalizzatore accompagnato da due giocatori di fascia e, se si sceglierà il 4-2-3-1 O il 4-4-1-1, anche da un terzo che partirà alle spalle del bomber.

SOLO TOP PLAYER Il centravanti, come garantito in prima persona dal presidente Pallotta sarà di prima fascia, anche perché servirà per permettere all’attacco di recuperare efficacia. Il reparto offensivo ha chiuso al 7° posto nell’ultimo torneo, senza nessuno capace di arrivare in doppia cifra (non accadeva dal ’92-’93, con le 9 reti di Giannini). Totti è stato nuovamente il miglior realizzatore (8 in campionato e 2 in Champions, ma il capitano ha appena iniziato la stagione numero 24 (anche se c’è chi ha provveduto ad abbassare gli anni...) e a 39 anni (da compiere a settembre) non può essere certo considerato ancora l’unico punto di riferimento e al tempo stesso l’ombrello sempre aperto a coprire i difetti tecnico-tattici e i colpi a salve sul mercato. Bisogna credere, più che mai, a Sabatini che considera incedibile (dal Lione) Lacazette e dannoso (per il bilancio) Ibrahimovic. Tra i big, sfumati Jacskon Martinez e Bacca (in teoria anche Madzukic), ne restano quindi pochi. Ma comunque buoni: Dzeko (contatti avviati già dalla primavera), Lukaku (da prendere insieme con il portiere Romero: pacchetto proposto dal manager Raiola) e, sempre e comunque, Higuain che il Napoli preferirebbe piazzare all’estero dopo aver allontanato il Milan e la Juve (chiesti ai due club i 94 milioni abbondanti della clausola). L’argentino, se davvero lascerà il Golfo, va tenuto in corsa almeno fino a quando la Roma non annuncerà la nuova prima punta. Il tentativo di De Laurentiis per regalare a Sarri il centrale giallorosso Romagnoli, superando la concorrenza del Milan di Berlusconi e Mihajlovic, può aprire la trattativa più affascinate. E, per essere seri, più complicata.

SVOLTA A SINISTRA L’altro investimento oneroso sarà per l’esterno basso mancino. Baba è da sempre la prima scelta e la negoziazione con l’Augsburg, dopo aver ottenuto il gradimento del terzino ghanese, sta entrando nel vivo in queste ore. L’alternativa più concreta è Adriano che costa un terzo e sa giocare anche a destra. Ma Sabatini vuole Baba e non intende mollare la presa.

RINFORZI SPARSI In attacco è previsto almeno un altro innesto. Per la fascia, tenendo sempre sotto controllo l’evolversi della lite tra la Fiorentina e Salah, la Roma segue Cuadrado, Ocampos e Muriel. Anche se i costi sono diversi, l’operazione sarà portata avanti con la formula del prestito. Anche Jovetic fa parte della lista. E non scompare nemmeno il giovane centravanti Mitrovic. A centrocampo sono sempre d’attualità Rabiot, Cabaye e Wijnaldum. Dietro Bruno Peres e Widmer per la fascia destra, Hertaux per il ruolo di centrale se Romagnoli andrà via. I portieri più gettonati, se non verrà Romero a costo zero, sono al momento Ryan e Allison. Ma l’apripista rimane il centravanti. Che, da qui al 31 agostro, darà il via alla raffica.

Fonte: Il Messaggero - Trani

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom