Rassegna Stampa

Un’estate dal sapore orientale

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-05-2015 - Ore 06:17

|
Un’estate dal sapore orientale

IL TEMPO - MENGHI - La Roma dopo la conquista del 2°posto programma la prossima stagione Tournée di due settimane che toccherà prima l’Australia e poi l’Indonesia - Secondo posto al profumo d’Oriente per la Roma. La sicurezza di disputare la prossima Champions League, evitando i preliminari che avrebbero anticipato l’inizio della stagione di una settimana (18 o 19 i playoff per la terza classificata), consente ai giallorossi di mettere a punto il programma per l’estate. Per la prima volta la squadra di Garcia sorvolerà l’Oceano indiano e farà tappa prima in Australia, poi in Indonesia. La Cina affascina, ma per ora non fa parte dei piani. La tournèe durerà circa due settimane e, alle amichevoli in agenda da tempo con Real Madrid (18 luglio) e Manchester City (21) nella «terra dei canguri» per l’International Champions Cup, si è aggiunta quella con il Persija Jakarta il 25 a Giakarta. Ad annunciarlo è stato il presidente del club indonesiano Ferry Paulus: «La gara con la Roma è certa, è stata anche pubblicizzata dai media giallorossi. Dovremmo affrontare anche l’Orlando City, ma attendiamo lo sviluppo della pre-season per ufficializzare la data». Dopo tre anni a casa Pallotta, la Roma trasloca da Thohir ed esplora i mercati dell’Est. Garcia potrà avere a disposizione tutta la rosa solo in tournèe e questo non gli farà certo piacere. Nel ritiro di Pinzolo, dal 6 all’11 luglio, non potrà infatti contare sui nazionali, che dopo il gong del campionato non potranno godersi le vacanze come gli altri compagni, perché dopo il rompete le righe (ancora non stabilito) dovranno rispondere alla chiamata dei rispettivi cittì, posticipando inevitabilmente il ritorno nella capitale dalle ferie, che per contratto durano un mese. A Trigoria sono già arrivate le convocazioni di Ljajic, Keita e Pjanic, non ancora quella di Nainggolan, inserito nella lista diramata la settimana scorsa dal Belgio per l’amichevole del 7 giugno con la Francia e il match di qualificazione agli Europei in programma il 12 a Cardiff contro il Galles. Sono attese anche le chiamate dei tre greci, Torosidis, Manolas e Holebas, dei due ivoriani Doumbia e Gervinho e degli azzurri che Conte deciderà di portare con sé per le sfide con Croazia (12 giugno, valida per il pass di Francia 2016) e Portogallo (amichevole in programma il 16). De Rossi è stato escluso l’ultima volta, ma dovrebbe tornare in Nazionale e Florenzi non dovrebbe essere in discussione. Astori sì. Spazio per Spolli e i vari giovani, Sanabria, Uçan, Paredes e Verde, che si è allenato ieri da solo (la ripresa è oggi pomeriggio) per recuperare dall’infortunio al polpaccio e cogliere l’occasione.

Fonte: IL TEMPO - MENGHI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom