Rassegna Stampa

Un Faraone avanza l’altro retrocede. Lì davanti Spalletti pizzica pure Salah

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 27-01-2016 - Ore 07:03

|
Un Faraone avanza l’altro retrocede. Lì davanti Spalletti pizzica pure Salah

GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Voglio una svolta, questo è un nuovo inizio». Carico è carico, non c’è dubbio. Ora, però, si tratta di trasmettere quella carica in campo, tra allenamenti e partita. Del resto, Stephan El Shaarawy non ha molte altre alternative, se vuole arrivare davvero all’Europeo deve accelerare ora, regalando alla Roma 4 mesi di alta scuola. «Sono qui per questo, per aiutare la squadra e guadagnarmi l’Europeo — aggiunge il Faraone nel suo primo giorno in giallorosso — Sono tornato in Italia anche per questo, qui ho più visibilità per riconquistarmi l’azzurro. Ma mi serve continuità, mi serve giocare. Mi metto a disposizione di Spalletti per questo».

LA GRANDE CORSA La giornata di ieri di El Shaarawy (scelto il numero 22) è stata lunga, iniziata la mattina con le visite mediche tra il Policlinico Gemelli e Villa Stuart, proseguita con la firma del contratto (scadenza 2020, a 2,3 milioni di euro più bonus), i colloqui con Sabatini e Baldissoni, il primo allenamento e la conoscenza di Trigoria. Proprio lì dove si era già affacciato da fenomeno nel 2009 con il Genoa, segnando un eurogol a girare nella finale d’andata della Coppa Italia Primavera. La Roma per lui girerà al Milan 1,4 milioni di euro per il prestito, con un diritto di riscatto a giugno di 13 milioni. «L’impatto è stato positivo, spero di ripagare subito la fiducia di tutti — continua a Roma Tv — Gli ultimi sei mesi non sono stati positivi, ora voglio dimostrare tanto a tutto il calcio italiano. Ritroverò un palcoscenico importante come la Champions, anche se ora ci serve di fare punti in campionato. Uniti cercheremo di ottenere grandi risultati» [...]

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom