Rassegna Stampa

Un Olimpico per 55.000

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-04-2013 - Ore 08:22

|
Un Olimpico per 55.000

IL ROMANISTA (D. GIANNINI) - In cinquantacinquemila al derby. Tanti dovrebbero essere i presenti lunedì sera al fischio d’inizio dell’arbitro Mazzoleni. Anzi, 55mila più uno: James Pallotta. Il presidente non mancherà alla partita e il suo arrivo a Roma (a meno di cambi di programma dell’ultimo momento) è previsto per domani mattina. Cinquantacinque mila spettatori, dunque. O almeno questa è la previsione a tre giorni dalla partita. Il dato della prevendita è comunque confortante nonostante il match si giochi in un giorno feriale (mai un derby era stato giocato di lunedì). Alla chiusura dei terminali ieri sera i tagliandi staccati solo dal lato romanista erano circa 7mila. Quasi tutti di Tribuna, perché la Curva Sud è esaurita in abbonamento e nella vendita libera rimaneva solo qualche biglietto di Distinti Sud, tagliandi che sono polverizzati peraltro nel giro di cinque minuti. E va tenuto in considerazione il fatto che la Tevere è a disposizione solo di coloro che, pur non essendo abbonati, sono comunque in possesso della Tessera del Tifoso o della As Roma Club Home.

Loro, oltre a poter acquistare un biglietto per se stesso, possono portare anche un’altra persona. Con ogni probabilità alla fine si stabilirà il record di presenze da quando nella stracittadina l’accesso alla Tribuna Tevere è stato concesso solo ad una parte della tifoseria di "casa". Insomma la febbre da derby per i romanisti continua a salire. Anzi, è già alle stelle. Una voglia enorme di esserci. Persino troppa. Tanto che la Roma ha dovuto pubblicare un comunicato sul proprio sito raccomandando «vivamente a tutti i propri tifosi di astenersi dall’acquisto di biglietti dei settori riservati alla S.S. Lazio (Curva e Distinti Nord, Tribuna Monte Mario Lato Nord) in quanto, essenzialmente per motivi di sicurezza e per la stessa incolumità degli spettatori, non potrà essere consentito l’ingresso in altri settori dello stadio».

Insomma, se qualche romanista acquista biglietti della parte biancoceleste va incontro a due possibilità: o non entra all’Olimpico o va a sedersi esattamente nel posto indicato, cioè in mezzo ai laziali. Questo per ovvi motivi di sicurezza, come spiegato nel comunicato, ma anche per rispetto degli abbonati. Non resta dunque che riversare la voglia di Roma sulla Tevere (per chi ha la Privilege o la Home) oppure sulla Monte Mario. In questi settori i biglietti non mancano. Per acquistarli c’è tempo fino alle 18 del giorno della partita negli As Roma Store e fino al fischio d’inizio nelle ricevitorie Lis Lottomatica. Un posto in Tevere per la partita più sentita dell’anno costa 75 euro ma le donne, i ragazzi sotto i 14 anni e gli over 65 pagano 45 euro. Per vedersi il derby dalla Monte Mario di euro ne servono invece 110 (oppure 120 per la Top). Anche qui riduzioni per donne, ragazzi e over 65 che pagano 70 euro. Tre giorni per riempire ancora di più l’Olimpico, per spingere la Roma verso un successo che vorrebbe dire aggancio in classifica e che, in attesa di una possibile finale di Coppa Italia, permetterebbe di guardare a questa stagione con un’ottica differente.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom