Rassegna Stampa

United, stipendi al top la juve (8a) prima della A

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-11-2016 - Ore 07:42

|
United, stipendi al top la juve (8a) prima della A

GAZZETTA DELLO SPORT - BOLDRINI - Il campionato Nba di basket offre i migliori salari del pianeta, il Manchester United è la squadra di calcio con gli stipendi più elevati, ma anche i giocatori della Juve possono sorridere alla vita. La ricerca annuale sugli emolumenti nello sport (GSSS) ha focalizzato la sua attenzione su 333 club mondiali di 7 discipline – pallacanestro, calcio, baseball, cricket, hockey su ghiaccio, football e calcio australiano – e 17 delle leghe maggiori, per un totale di 10mila atleti. La Nba domina incontrastata, con sei nomi nella top ten – Cleveland Cavs al primo posto, media salariale annuale di 7,58 milioni di euro –, poi il calcio con Manchester United in quarta posizione (6,69 milioni), Barça in quinta (6,55 milioni) e Manchester City in nona (6,29 milioni).

JUVE BOOM L’effetto Brexit, con la svalutazione della sterlina, ha spinto in alto gli stipendi della Nba, ma la Premier, grazie anche al nuovo ricco contratto televisivo 2016-2019 da 3,48 miliardi l’anno, riesce a tenere botta con cinque squadre nella top ten – i due club di Manchester, il Chelsea, l’Arsenal e il Liverpool –, poi la Liga con Barcellona e Real Madrid, la Bundesliga con il Bayern, la Ligue 1 con il PSG e la Serie A con la Juve, ottava in graduatoria con una media salariale annuale di 4,6 milioni. Un primato che ribadisce la superiorità a tutto campo del club torinese, giustificando le ambizioni di Champions. Il rovescio della medaglia è che con un monte stipendi di queste proporzioni puntare al successo in Europa diventa obbligatorio, altrimenti come giustificare impegni di queste proporzioni?

SORPRESA ROMA Allargando la classifica ai primi 20 posti, sorprende l’undicesima posizione della Roma (3,42 mln l’anno), davanti a Tottenham e Atletico Madrid. Al quattordicesimo posto c’è l’Inter (2,86) e qui semmai lo sbalordimento è al contrario, pensando alla stagione finora disastrata del club. Manca il Milan: anche questo dato illustra il ridimensionamento degli ultimi anni. Il dominio della Premier è schiacciante: 11 squadre tra le prime 20, compresi i campioni in carica del Leicester, diciassettesimi con 2,43 milioni. Il calcio inglese è quello che paga meglio i giocatori: salario medio annuale di 2,83 milioni di euro, il doppio della Liga (1,43). Terza la bistrattata Serie A, con 1,28 milioni l’anno: il contributo di Juve, Roma e Inter è fondamentale per precedere Bundesliga (1,2 milioni) e Ligue 1 (0,84 milioni). Al sesto posto la Super League cinese con 0,68 milioni: oltre il doppio della MLS statunitense (0,28). Nella guerra tra leghe calcistiche delle superpotenze, in attesa di un possibile effetto-Trump, la Cina ha quasi umiliato la rivale.

PAPERONE PELLè La questione cinese è la chiave di lettura per spiegare la consistenza dello stipendio del giocatore italiano più pagato in assoluto, Graziano Pellè: 16,48 milioni l’anno. L’ex Southampton è sesto in graduatoria dopo Cristiano Ronaldo (22,03), Lionel Messi (22,03), Gareth Bale (21,13), Hulk (19,31)– l’attaccante dello Shanghai SIPG guadagna 19,26 milioni l’anno – e Paul Pogba (17,53). Pellè precede Lavezzi (15,67), Rooney (15,67), Neymar (15,55, ) e Ibrahimovic (15,09). Tre calciatori della top ten appartengono allo United e due di questi, Pogba e Ibra, sono stati arruolati da Mourinho in estate. Grandi spese, ma i Red Devils sono solo sesti in campionato.

Fonte: Gazzetta dello Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom