Rassegna Stampa

Vendere per comprare

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-12-2014 - Ore 07:54

|
Vendere per comprare

«Ci inventeremo qualcosa, rastrelleremo i soldi che ci serviranno per eventuali acquisti». Una vera e propria missione per Walter Sabatini, chiamato nuovamente a puntellare la rosa a gennaio senza alterare il delicato equilibrio dei conti giallorossi.

Dopo l’eliminazione dalla Champions la situazione appare chiara: prima di comprare servirà vendere. Per questo gli appuntamenti fissati in agenda nell’ultimo periodo sono notevolmente aumentati. Tra domani e dopodomani Sabatini incontrerà a Milano il presidente del Genoa Preziosi per discutere la risoluzione del cartellino di Bertolacci tutt’ora in comproprietà tra i due club. Il ragazzo vuole restare in Liguria, la Roma punta a incassare 2-3 milioni prima di accontentarlo.

Già andati in scena invece i contatti con il Bayer Leverkusen e l’amico Rudi Voller, intenzionati a riscattare con un anno di anticipo il difensore croato Jedvaj, felice nella sua avventura nella Bundesliga. La Roma chiede almeno 10 milioni (il doppio di quanto è costato ai giallorossi), una cifra che il club tedesco è pronta a mettere sul piatto già a gennaio. Future plusvalenze e nuovi tentativi di risparmio sul monte ingaggi che inevitabilmente passano per gli «esuberi» Curci, Emanuelson e soprattutto Borriello. La prossima settimana la società incontrerà l’attaccante napoletano per un punto della situazione. Borriello vorrebbe giocare, anche in Italia, la Roma è disposta anche a pagargli un parte del lauto ingaggio in questi ultimi 6 mesi che rimangono prima della scadenza contrattuale.

Un discorso simile che vale per Cole, anche se le timide offerte arrivate dagli Stati Uniti per ora non vengono prese in considerazione dall’inglese. Partiranno invece in prestito Uçan (Atalanta) e Sanabria (Cesena) mentre verrà trattenuto l’argentino Paredes (che sarebbe potuto tornare soltanto al Chievo) come sostituto necessario a centrocampo durante la partenza di Keita impegnato in Coppa d’Africa.

E gli acquisti? Aspettando Castan, la priorità rimane l’arrivo di un difensore centrale: se il colombiano Balanta ha una valutazione ancora troppo alta (6-7 milioni), l’obiettivo numero 1 è il romeno Chiriches del Tottenham, disposto a cederlo in prestito oneroso (1-2 milioni) con diritto di riscatto. L’ultimo posto da extracomunitario rimarrebbe quindi libero per sistemare altri reparti. A Sabatini piace Baba, terzino sinistro dell’Ausburg, che però chiede almeno 5 milioni per lasciar partire il ventenne ghanese (anche lui impegnato nella prossima Coppa d’Africa).

La quadratura dei conti consentirebbe l’acquisto di una pedina anche per l’attacco. Oltre a Ponce (il Newell’s chiede 7 milioni per il 70% del cartellino), su cui è forte la concorrenza del Tottenham, Sabatini ha numerose alternative segnate sul taccuino. La sorpresa è dietro l’angolo.

Fonte: IL TEMPO - SERAFINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom