Rassegna Stampa

Vertice inglese. Adesso Osvaldo è vicino al City

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-07-2013 - Ore 09:45

|
Vertice inglese. Adesso Osvaldo è vicino al City

Un personaggio in cerca d’autore, come ama definirlo Walter Sabatini, e da giorni pure di una squadra. Pablo Daniel Osvaldo, il Johnny Depp de’ noantri,l’attaccante più prolifico e scontento della Roma americana, potrebbe a breve trovare la giusta dimensione di calciatore rocker in Inghilterra. Ad aprile, mentre i compagni si preparavano ad un derby delicatissimo, volò a Londra con la fidanzata per il concerto dei Rolling Stones. La cosa gratificò la sua parte musicale, ma creò più di un problema a quella calcistica: la Roma non la prese bene, i compagni nemmeno. Da quel giorno (e non fu la prima monelleria), la strada di Osvaldo è stata segnata. 

COSI’ VICINO Come si troverà a Manchester, una delle patrie del punk? La trattativa con il City non è ancora conclusa, ma l’incontro di ieri tra Walter Sabatini e Txiki Begiristain dovrebbe aver avvicinato l’attaccante italoargentino ai Citizens. La Roma, che ha deciso di ricostruire l’attacco intorno a Destro, ha fretta di cederlo prima del raduno di martedì: teme che Osvaldo non si presenti, ne nascerebbe un altro caso parecchio rumoroso. Il City ha fretta di arricchire il suo reparto offensivo, e i due nomi indicati da Pellegrini sono quelli di Negredo e, appunto, Osvaldo. Begiristain avrebbe offerto 15 milioni di euro, l’affare si può chiedere a 16, magari inserendo nella trattativa il prestito di Maicon. L’ex interista non ha vissuto un’esperienza felice in Premier League e sta spingendo per tornare in Italia. Con la Roma, che deve rinforzare la sua batteria di esterni bassi, il gradimento è reciproco, anche se nella trattativa pesano l’età e l’ingaggio del calciatore, circa cinque milioni a stagione. Due sono le strade: o Maicon riduce le sue pretese o il City continua a pagargli parte dello stipendio. 

COSI’ LONTANO  Se dovesse saltare la trattativa con il City, la Roma avrebbe due alternative per piazzare Osvaldo: Liverpool e Atletico Madrid, ma al momento sono piste meno calde. Ci sarebbe anche l’interesse del Tottenham, alla ricerca di un attaccante, ma qui la presenza di Baldini non è d’aiuto, dato che i due non si sono mai presi. Osvaldo si offese quando l’ex d.g. romanista, nel commentare l’ennesima sconfitta, accusò la squadra di scarsa personalità. È un tipo che si offende facile, il nostro Pablo. Ed è un peccato che questa storia finisca per le fragilità sue e le cattiverie altrui. A Roma Osvaldo ha sofferto le critiche e l’ilarità dei tifosi, la diffidenza dell’ambiente, l’ostracismo di Zeman e di qualche compagno. Ad amici e conoscenti ha fatto sapere che non ne può più di questa città, della sua fame di calcio e pettegolezzi. Qualcuno gli sveli su cosa campano ogni giorno i tabloid.

Fonte: (Gazzetta dello Sport)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom