Rassegna Stampa

Vinco lo scudetto poi smetto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-06-2016 - Ore 07:04

|
Vinco lo scudetto poi smetto

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - Il tentativo di depistaggio tentato ieri mattina («A Francesco ho dato appuntamento a Miami nei prossimi giorni»), è stato l’ennesimo “scherzo” di James Pallotta. Che invece nel pomeriggio ha incontrato, allo Studio Tonucci, Francesco Totti e il suo entourage (il fratello manager e il commercialista) per l’annuncio più atteso: il rinnovo del contratto. Ma sulla Roma arriva la tegola Ruediger: lesione del legamento crociato del ginocchio destro.

La fumata bianca e arrivata in pochi minuti, e l’annuncio alle 18 in punto, rigorosamente a Borsa chiusa. Totti ha firmato il suo ultimo contratto da calciatore della Roma, e giocherà fino al 30 giugno del 2017 quando avrà superato la soglia dei 40 anni e le 25 stagioni in giallorosso, poi diventerà direttore tecnico per altri sei anni, fino al 2023. Guadagnerà circa 1.2 milioni netti più bonus (buona parte dei diritti d’immagine rimarranno alla società) da calciatore, e 600 mila euro da dirigente. «Penso di aver meritato questo contratto, ho sempre sperato di chiudere la mia carriera con una sola maglia: dopo 25 anni provo ancora le stesse cose. Sono felicissimo di poter rimanere altri sei anni come dirigente: farò il direttore tecnico». L’obiettivo è chiudere con lo scudetto per entrare ancora di più nella storia. «Dopo aver parlato con il presidente Pallotta sono ancora più convinto che restando uniti potremo centrare grandi obiettivi: mi ha garantito che farà una grande Roma e io gli ho detto che almeno avrò la possibilità di vincere il secondo scudetto». Soddisfatto anche James Pallotta. «Francesco ci è stato di grande aiuto nella rincorsa alla Champions. Contro il Torino sembrava Superman, che si strappava i vestiti di dosso per andare a risolvere la situazione. Gli ho detto di godersi il suo ultimo anno, come Kobe Bryant e Larry Bird dovrà godersela con tutti i tifosi. Dopo Francesco come capitano ci sarà Strootman, io sono ottimista: stiamo lavorando e abbiamo gettato le basi per costruire un’ottima squadra».

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom