Rassegna Stampa

Voglia di rinascita. Dal flop inglese al sogno Mondiale

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-07-2013 - Ore 09:15

|
Voglia di rinascita. Dal flop inglese al sogno Mondiale

L’Italia per rimettersi in gioco dopo il flop inglese. La Roma per tentare la scalata al Mondiale. Quando tre settimane fa Walter Sabatini ha prospettato a Maicon la possibilità di vestire la maglia giallorossa il brasiliano, pur sapendo di dover rinunciare ai soldi e alle competizioni europee col City, ha avuto pochi dubbi: «Sì, accetto», ha detto al d.s. dopo un paio di giorni di riflessione. Non che avesse poi chissà quali alternative visto che a 32 anni (da compiere il 26 luglio) aveva bisogno di un club che gli garantisse una maglia da titolare. Dopo aver giocato appena 13 partite nell’ultimo anno era una condizione imprescindibile. 

BYE BYE ENGLAND  Arrivato a Manchester come uno degli eroi del «triplete» dell’Inter, terzino destro ambito da tutta Europa e corteggiato dal City già da diversi anni,per Maicon l’avventura inglese è stata un incubo. I numeri lo certificano: 16 presenze complessive, divise tra Premier (9), FA Cup (1), Champions League (3), Europa League (1) e campionato Under 21 (2) con le giovanili dopo l’infortunio al ginocchio, appena 1.045 i minuti giocati, nessun lampo, nessun ricordo di quel giocatore dirompente che incantava il mondo con Mourinho all’Inter. «Non mi sono pentito di aver lasciato Milano — disse qualche tempo fa —, ma certo non pensavo di avere tutti questi problemi». 

TROPPI INFORTUNI  Ad un feeling mai sbocciato con la città di Manchester e col freddo inverno inglese, Maicon ha dovuto aggiungere una serie di infortuni che lo hanno allontanato dal campo per parecchie settimane. Prima uno stop al tendine d’Achille lo ha tenuto fuori da settembre a novembre, poi c’è stato il calvario al ginocchio che non lo ha lasciato in pace da dicembre a marzo, quando è stato costretto ad operarsi al menisco. Adesso dovrebbe aver risolto tutto ma il condizionale è d’obbligo e per questo le visite mediche, in programma tra oggi e domani, saranno particolarmente accurate. 

ANCORA A BRUNICO  La Roma si augura che vada tutto per il meglio e in questo senso i medici del City hanno dato piene garanzie. Maicon non è più un ragazzino, ma non è (ancora) sul viale del tramonto. Sarà il terzino titolare, a lui il compito di conquistare i tifosi cercando di non farsi distrarre troppo dalla bella vita romana e cercando di tornare quello di tre anni fa. Magari appellandosi anche alla cabala: sei anni fa, era il 17 luglio del 2006, Maicon è stato presentato alla stampa come nuovo giocatore dell’Inter. Dove? A Riscone.

Fonte: (Gazzetta dello Sport – C.Zucchelli)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom