Rassegna Stampa

Zeman: "Ribadisco, Sebastiani voleva che dicessi che mi avevano ingaggiato gratis"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-06-2015 - Ore 17:45

|
Zeman:

Zdenek Zeman, neoallenatore del Lugano, è stato intervistato da gazzetta.it e ha svelato qualche retroscena del suo mancato passaggio al Pescara, prima dell'approdo in Svizzera. L'accordo col suo ex club non ci sarebbe stato per una proposta indecente di lavorare gratis fattagli dal presidente Sebastiani. Queste le parole del tecnico boemo: “Leggo con stupore dello stupore del presidente Sebastiani. Confermo ciò che ho dichiarato alla Gazzetta dello Sport e cioè che ancora martedì scorso davanti al ds Pavone, Sebastiani mi ha confermato al telefono che sarei stato l’allenatore del Pescara. Ci eravamo d’altra parte già visti di persona a Roma e parlati spesso al telefono anche della squadra da costruire. Mi rattrista oggi constatare come una persona con cui ho avuto in questi anni un rapporto stretto professionale che era diventato anche di fiducia ed amicizia, poi non abbia avuto neanche il buon gusto di avvertirmi dei cambiati programmi. E addirittura non mi ha risposto più al telefono. Per mantenere la parola data al Pescara ho evitato di parlare con altri club e ascoltare le loro proposte, perché per me la parola ha un valore. E continuerà sempre ad averlo. Ribadisco che una persona da sempre vicinissima a lui e al Pescara, il signor Paglione, mi ha chiamato per dirmi che per giustificare il mio ingaggio al Pescara avrei dovuto dire di arrivare gratis, adducendo come motivo che la piazza mi era ostile. Nel calcio ne ho viste tante e tante spero di vederne ancora, alla mia età forse non dovrei più stupirmi di nulla ma mi amareggio ancora quando capitano situazioni simili. Ripeto: bastava almeno avvertirmi. La mia storia professionale e personale la conoscono tutti, non saranno certo le offese personali del giovane presidente Sebastiani oggi a mutarla. Lascio alla gente valutare quanto è accaduto e se è normale gestire cosi le cose. Io ho detto la semplice verità, se a qualcuno non piace, non è certo colpa mia”.

Fonte: gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom