Rassegna Stampa

Zidane felice «Troppi rischi ma continua il nostro sogno»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-03-2016 - Ore 08:13

|
Zidane felice «Troppi rischi ma continua il nostro sogno»

GAZZETTA DELLO SPORT - RICCI - Soffrendo, traballando, sbandando vistosamente, ma la corsa verso la «Undezima» Champions del Madrid continua. E Zidane respira, guadagna tempo. Zizou aveva debuttato in Champions con la maglia del Madrid il 24 ottobre del 2001 pareggiando 1-1 contro la Roma al Bernabeu dopo aver scontato 5 giornate di squalifica per una testata a un giocatore dell’Amburgo. Chiuse quella Champions con la magica volée di Glasgow che valse al Real la «Novena». Poi nel 2014 si portò a casa un pezzettino della «Décima» di Lisbona come aiutante di Ancelotti. E nel segno dei ricorsi storici il 17 febbraio Zinedine ha debuttato come allenatore in Champions ancora contro la Roma. 

FRAGILE STABILITà Con un doppio 2-0 approda ai quarti: tante le cose da sistemare, ma al momento l’importante è solo esserci. Perché Zidane ha alle spalle solo due mesi sulla girevole panchina della Casa Blanca e ha già visto la Liga scappargli inesorabilmente via. Florentino Perez si è innervosito e dopo poche settimane ha cominciato il casting per cercargli un successore. Poi in questi ultimi giorni si è fermato, anche per la mancanza di alternative valide o percorribili, e al momento la situazione pare chiara: se Zidane non farà disastri in Champions continuerà anche l’anno prossimo. Va bene anche una decorosa eliminazione in semifinale, come fece Mourinho per tre anni di fila per capirsi. 

COMUNQUE CONTENTO E infatti ieri Zidane ha ammesso le difficoltà, ma se n’è andato via felice: «Sì, non è stato facile soprattutto nella prima parte ma in due partite non abbiamo preso gol e ne abbiamo fatti 4 e questo è importante. Abbiamo concesso qualcosa ma fa parte del gioco: avevo detto prima partita che la Roma ha giocatori importanti e veniva da 7 vittorie, e infatti ha giocato bene. Abbiamo rischiato ma va bene così perché abbiamo creato tanto e nella seconda parte siamo migliorati anche difensivamente e abbiamo segnato. Il nostro sogno in Champions continua, ma io penso solo a domenica, al Las Palmas». L’ultima parola è per Totti: «Sono contento per lui e per gli applausi che ha ricevuto: anche la gente del Bernabeu è stata contenta di vederlo». 

Fonte: GAZZETTA DELLO SPORT - RICCI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom