Rassegna Stampa

«Villaggio Olimpico a Tor Vergata Un grande parco a Roma Nord»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-09-2015 - Ore 08:12

|
«Villaggio Olimpico a Tor Vergata Un grande parco a Roma Nord»

CORRIERE DELLA SERA - CAPPONI - «Abbiamo firmato la candidatura, c’è condivisione su tutto»: le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, raccontano solamente una parte dell’incontro di ieri in Campidoglio. Perché il Comune puntava su Tor di Quinto ma alla fine del vertice, non senza momenti di scontro, è prevalsa l’altra linea, quella sostenuta dal Coni e dal Comitato: villaggio Olimpico a Tor Vergata — nel progetto raggiungibile in metropolitana — e parco fluviale a Roma Nord, da Castel Giubileo a ponte Milvio e ponte Duca d’Aosta, con riqualificazione dell’area del Tevere, che nel tratto sarà navigabile (progetto contenuto in Roma 2020). È un giorno — dopo la riunione tra Comune (Ignazio Marino), Coni (Giovanni Malagò), comitato promotore(Luca Cordero di Montezemolo) — che diventa in qualche modo storico: la lettera della candidatura di Roma ai Giochi 2024 è stata firmata e, dunque, la corsa alle Olimpiadi è ufficialmente iniziata (il 16 il Cio benedirà le candidature, a ottobre sarà presentato il dossier e a gennaio arriverà l’impegno di garanzia del governo). 
Subito dopo l’incontro, il sindaco Marino ha «chiamato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: il Capo dello Stato ha accolto con gioia la notizia e ha espresso il sincero in bocca al lupo affinché Roma e l’Italia possano riportare nel nostro Paese il più importante evento sportivo al mondo, che può rappresentare anche una occasione straordinaria di crescita economica e occupazionale». Se il sogno diventerà realtà, per Roma potrebbe essere un’occasione fondamentale: «Abbiamo messo insieme — dice Luca Cordero di Montezemolo — le esigenze necessarie e fondamentali delle Olimpiadi, quindi il Villaggio Olimpico e anche un grande parco verde a Roma Nord, con l’opportunità che questa manifestazione può dare allo sviluppo della città, e questo mi sembra fondamentale». Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti: «Ora tutto il Paese si stringa per questo ambizioso traguardo, quando l’Italia si unisce è imbattibile». Tra i progetti, quello del Tevere navigabile per 12 chilometri con approdi, piste ciclabili e ponti pedonali: «Il parco fluviale del Tevere fa parte dei progetti di sviluppo - dice Luca Pancalli - e della visione della città del futuro. Le Olimpiadi del 2024 sono una grande occasione, un volano per lo sviluppo». Il rettore dell’università di Tor Vergata, Giuseppe Novelli, parla della mai completata Città dello Sport, con la Vela di Calatrava: «Abbiamo una struttura al momento sospesa. Stiamo facendo di tutto per dare una mano a Governo e Comune». Il presidente del Pd, Matteo Orfini: «Massimo rispetto per lo spirito olimpico, ma questa volta vogliamo vincere». 
A proposito di Pd di Roma: nuovo scontro con il sindaco Marino. Stavolta gli risponde l’ex segretario, Lionello Cosentino: «Non ho mai proposto candidature per il vicesindaco o per il comandante dei Vigili. Il sindaco può confermarlo. È troppo chiedere chiarezza? La verità è necessaria, soprattutto per le tante persone perbene del Pd: senza di loro non si governa la città. Né ora, né domani». 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - CAPPONI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom