Cool Tura

Al Torchio: dove ogni piatto è una storia italiana da raccontare

condividi su facebook condividi su twitter 31-07-2016

| | Commenti →
Al Torchio: dove ogni piatto è una storia italiana da raccontare

Scriveva Daniel Pennac: "In cucina funziona come nelle più belle opere d’arte: non si sa niente di un piatto fintanto che si ignora l’intenzione che l’ha fatto nascere".

Oggi "Cooltura" vi porta a Tivoli alla scoperta del ristorante Il Torchio dove ottima cucina, eleganza e professionalità si fondono in un'atmosfera raffinata dai mille sapori e gusti con tanto di piscina esterna a fare da cornice alle serate estive.

Abbiamo incontrato Fabio Pascale, il proprietario, insieme al superchef Mirko Moglioni e al site manager e sommelier Andrea Pistoia, che lo scorso aprile hanno deciso di ricreare un ambiente caldo e familiare all'interno dell'hotel Cristallo Relais (Villa Adriana-Tivoli) con una filosofia tutta speciale: "Da noi ogni piatto è una storia da raccontare".

Il Torchio è un locale giovane, gestito con passione che in poco tempo è già diventato una bella realtà. Per usare una metafora culinaria, quali sono stati gli ingredienti di questo successo?
"Abbiamo cercato di abbinare uno chef moderno, competente, un maestro di cucina creativa alla tradizione dei nostri sapori e dei nostri piatti. La sfida è stata ed è questa: lavorare con piatti semplici rivisitati in chiave moderna, oltre che tecnica. Ti faccio l'esempio del nostro menù estivo: panzanella alla romana, piatto poverissimo, conosciuto da tutti, però rivisitato in chiave moderna. Abbiamo l'ambizione di creare un luogo che possa diventare un punto di riferimento per il nostro territorio in cui la cucina italiana e le sue materie prime mantengano la loro identità, senza essere snaturate. La cucina è un atto d'amore, servire un piatto è un atto d'amore, vogliamo coccolare i nostri clienti, nel passaggio dalla cucina alla sala cerchiamo di dare questo valore aggiunto"

I piatti sono preparati e pensati dal superchef Mirko Moglioni. Uso la parola pensati non a caso nel senso che ho notato una presentazione dei piatti che raccontano una storia, un percorso, non solo un sapore"
"Senza dubbio,tutti i nostri piatti sono pensati in una chiave di tradizionalità. ogni piatto che riguarda la cucina povera, tradizionale, viene rielaborato in chiave moderna ma non inteso come modernizzazione della pietanza, bensì di tecnica: cotture a bassa temperatura, cotture sotto vuoto, cotture in acqua con temperatura controllata in modo che gli ingredienti mantengano i loro sapori naturali. In ogni piatto c'è un pensiero, se non c'è un pensiero stai sicura, il piatto non esce fuori dalla cucina"

Qual è il piatto che chi viene al Torchio deve assolutamente assaggiare?
"La nostra classica amatriciana fatta con mezzi paccheri, guanciale croccante e pomodori datterini, non si può fare a meno di assaggiarlo. E' un piatto semplice, conosciuto e tradizionale pensato con una tecnica modernissima perchè da noi ogni piatto è pensato come fosse un quadro".

Tanto per darvi un'idea del menù sfizioso e ricercato. Tra gli antipasti potete scegliere tra
Panzanella alla romana moderna e Melanzana arrosto, baccalà mantecato, stracciatella di Andria, polvere di pomodoro; per gli amanti dei primi, una vera e propria bottega di gusti e sapori con i Tonnarelli di semola, porcini, tartufo nero e l'intruso e i Tortelli al peperone dolce, acqua di cozze, pesto, patate e fagioliniE per chiudere la serata con dolcezza non perdete la Pesca con ripieno di cioccolato bianco e yogurt.

 

Adatto per una serata romantica e raffinata, in famiglia o con gli amici, ma anche per occasioni più informali con una vasta scelta di gustose pizze.

Provato per voi da Insideroma - Voto 10 con lode

Per info e prenotazioni

IndirizzoVia Maremmana Inferiore, Km 0,500, 00010 Tivoli RM

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom