Dietro la lavagna

Roma-Chievo, buoni e cattivi dei giallorossi

condividi su facebook condividi su twitter 08-05-2013

| | Commenti →
Roma-Chievo, buoni e cattivi dei giallorossi

Lobont 6: Non ha grandi cose da fare per tutta la partita. Prende gol al primo tiro in porta, senza poter far nulla. Compitino

Marquinhos 6: Sempre concentrato concede molto poco a chi passa dalle sue parti. Si deve ripartore dal brasiliano. Il futuro

Burdisso 6: Controlla diligentemente Stoian per tutta la gara, non concedendogli praticamente nulla o quasi. Concentrato

Castan 5: Come sempre si mette nella sua zona e usa l'esperienza, ma è lui a perdersi Thereau in occasione del gol subito nel finale. Lento

Piris 5,5: Sembra impaurito è anche fisicamente in calo rispetto alle ultime prestazioni. Potrebbe avere capito che partirà a fine stagione. Demotivato. Dal 55' Florenzi 6: Da quel qualcosa in più appena entra in termini di voglia di giocarsela, ma è uno dei pochi. Buone intenzioni

De Rossi 5: Non entra mai in partita appare di nuovo nervoso come sul siparietto con Dainelli. A centrocampo ci vuole altro al momento. Di nuovo in calo

Pjanic 5: Non riesce a dare quel cambio di passo e quelle geometrie che servono in mezzo al campo. Anche lui fisicamente sembra in riserva. Poco tonico. Dal 72' Lamela 5,5: Doveva entrare prima per poter cambiare qualcosa. Ha poco tempo per mettersi in mostra. Rimandato 

Dodô 5,5: Parte molto bene, dimostrando che ha una buona gamba. Poi però non ha i 90' minuti e dovrebbe essere sostituito ma Andreazzoli si addormenta. Per il futuro

Osvaldo 5: Non riesce a ripetere la prestazione con la Fiorentina che con un tiro cambia il corso della gara. Torna apatico e poco in partita. Dalle stelle alle stalle

Totti 6,5: Si difende con la solita classe e il senso tattico innato. Si mette nel cuore del gioco, ma il resto del corpo della squadra è morto all'improvviso. Povero Capitano senza truppa

Destro 5: Non si capisce perchè non abbia la forza di spaccare il Mondo. Poche corse e poco di tutto. Nella ripresa sfiora il gol di testa, ma trova un attento Puggioni a dirgli di no. Sveglia. Dal 77' Bradley s.v.

Andreazzoli 4: Non sa leggere la partita. Parte con una formazione assurda pensando che la squadra di Corini sia in vacanza. Speriamo vada presto in vacanza anche lui ma soprattutto noi. Scienziato

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom