Dietro la lavagna

Roma-Lazio 0-1: buoni e cattivi dei giallorossi

condividi su facebook condividi su twitter 27-05-2013

| | Commenti →
Roma-Lazio 0-1: buoni e cattivi dei giallorossi

Lobont 4,5 - Decisivo il suo errore nell'area piccola. Sul cross di Candreva devia il pallone quel tanto che basta per permettere a Lulic di segnare indisturbato. Non aprite quella porta

Marquinhos 6,5 - Spinge bene sulla sua corsia, molto più di Balzaretti. Bella la sfida con Lulic, bene a inizio ripresa quando un paio di discese mettono in difficoltà la difesa biancoceleste. E' stato messo fuori gioco da Lobont nell'azione che ha deciso la sfida. Ritorno al futuro

Burdisso 6 - Sempre concentrato, Klose ha capito che non è giornata e gira largo. Nervoso nel finale, rischia il rosso per eccessive proteste, ma è sempre in partita e con il tono giusto. Toro scatenato

Castan 5,5 - Con Burdisso tiene compatta la linea difensiva. A differenza dell'argentino è macchinoso e tenta sortite in avanti che non sono però nelle sue corde, spesso è lento negli spazi stretti. Io speriamo che me la cavo

Balzaretti 5,5 - Non parte male poi il cartellino giallo lo frena. Sulla sua corsia di competenza si avvia l'azione che ha deciso la sfida, ma il dramma succede in area. Giù la testa. Dal 76' Osvaldo s.v.

De Rossi 5 - Un paio di ripiegamenti difensivi ad inizio ripresa e poco altro. Perde la sfida col centrocampo della Lazio, non si propone mai in avanti palla al piede. Non ha più il passo per giocare e fare la differenza. Il nostro matrimonio è in crisi

Bradley 6,5 - Parte fortissimo, cala alla distanza ma regge da solo il centrocampo romanista. Anche lui soffre la maggiore freschezza fisica della Lazio, ma come sempre è il migliore dei giallorossi in questo momento. Il Gladiatore

Lamela 5 - Doveva essere l'uomo della provvidenza appena convocato in nazionale, invece serata magrissima. Le giocate del giovane argentino, sono state quasi sempre neutralizzate dalla difesa biancoceleste a volte è apparso irritante. Total confusion 

Totti 6 - Si vede che sente molto la sfida ma non si nasconde a differenza di alcuni suoi compagni. Nella ripresa sfiora il gol con una punizione deviata da Marchetti sulla traversa ed è ancora uno dei migliori in campo. Gli Intoccabili

Marquinho 6 - Il migliore tra i quattro calciatori d'attacco. Parte con il turbo inserito e vince il duello con Konko, è l'unico che gioca senza pallone tra i piedi vorrebbe spaccare il Mondo. El Grinta. Dal 83' Dodò s.v.

Destro 5 - Andreazzoli lo preferisce a Osvaldo e la scelta alla fine da torto a tutti. Si mangia un gol fatto di testa a fine primo tempo. Corre a vuoto e non ha mai i tempi giusti per inserirsi o saltare l'uomo palla al piede. Non incide mai in tutta la partita. L'insostenibile leggerezza dell'essere

Andreazzoli 4 - Non ne azzecca una nemmeno a pagarlo. Prima ripropone De Rossi che non è più lui e tutti lo sanno ma sperava nel miracolo. A partita in corso non ha il coraggio di mettere dentro Osvaldo per un triste Destro e cambiare qualcosa a centrocampo con Pjanic e Florenzi pronti a dare qualcosa in più del nulla. Si ostina in un modulo spallettiano che andava bene con gli uomini giusti e abbiamo detto uomini. Tutti gli uomini del Presidente

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom