Dietro la lavagna

Cesena vs Roma - Le pagelle: De Rossi rinasce, male Doumbia

condividi su facebook condividi su twitter 22-03-2015

| | Commenti →
Cesena vs Roma - Le pagelle: De Rossi rinasce, male Doumbia

La Roma torna a vincere e lo fa di misura contro il Cesena terzultimo in classifica. Buone le prove di De Rossi e Uçan, mentre Doumbia è ancora l’oggetto misterioso. 

De Sanctis 6: Per lo più inoperoso, il portiere giallorosso non subisce gol ma non deve neanche sobbarcarsi lavoro extra.

Florenzi 6: Ormai è un factotum. Oggi Garcia lo utilizza come terzino destro, salvo poi spostarlo sulla trequarti con l’ingresso di Mapou a metà del secondo tempo. Lui svolge il compito senza sbavature.

Manolas 6,5: Deciso nella direzione del reparto difensivo, più un paio di ottime chiusure.

Astori 6: Oggi non sbgalia praticamente nulla. Duro anche quando serve, spazzando via il pallone.

Holebas 6,5: E’ suo il cross che dà origine all’azione del vantaggio giallorosso. Spinge tanto sulla fascia sinistra e porta in area qualche buon traversone.

De Rossi 6,5: Finalmente una prestazione su buoni livelli. Ritrova il gol e l’efficacia in fase di copertura. Ancora pochi i lanci giusti in verticale, ma non è il suo lavoro.

Nainggolan 6: Dopo essere stato fuori per squalifica, rientra e assicura la solita sostanza a centrocampo.

Uçan 6,5: E’ lui la sorpresa della serata. Garcia lo schiera nell’undici titolare, dopo averlo tenuto in naftalina da agosto. Il suo impatto è positivo. Non fa rimpiangere Pjanic, velocizza il gioco con qualche tocco di prima al limite dell’area e, anche con un po’ di fortuna, propizia il passaggio finale per il gol di De Rossi.
Sostituito da Pellegrino al 66’ sv: Entra anche lui a sorpresa. Non sbaglia ma non si distingue. 

Gervinho 5,5: Si rivede qualche sprazzo del giocatore ammirato l’anno scorso con un paio di scatti sulla fascia. Guadagna la sufficienza ma ancora non basta.
Sostituito da Ibarbo al 86’ sv: La buona notizia è che è tornato a disposizione.

Ljajic 6: Irritante in qualche occasione, in cui dimostra di essere troppo innamorato nel pallone. Ma è il migliore del terzetto offensivo, l’unico che assicura un tassi di qualità superiore alla media.
Sostituto da Mapou al 76’ 5,5: Gli bastano una ventina minuti (recupero compreso) per sbagliare l’intervento che potrebbe portare al pareggio bianconero. Per il resto, si barcamente abbastanza nell’inedito ruolo di terzino.

Doumbia 5: Anche qui c’è una buona notizia, visto che l’ivoriano ha giocato tutta la partita. Ma la condizione fisica è lontana anni luce. Qualche tocco di prima e tantissimi errori in fase di gestione del pallone.

Fonte: Vincenzo Nastasi - InsideRoma.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom