Dietro la lavagna

Fiorentina-Roma 1-0, le pagelle di Piero Torri

condividi su facebook condividi su twitter 19-09-2016

| | Commenti →
Fiorentina-Roma 1-0, le pagelle di Piero Torri
Szczeny 7,6
L'essere o non essere della vigilia, confermo Allison o rimetto dentro il polacco?, Spalletti (sempre che lo abbia avuto) lo risolve rischierando Coso. Il campo gli dà ragione. Perché Szczeny fa la parata dell'anno su un destro di Milic,roba da applausi a scena aperta, in quella che fino al gol (irregolare) viola, era stata, tra le pochissime, la migliore occasione degli uomini di Sousa. Il resto è quasi ordinaria amministrazione svolta, peraltro, con competenza e precisione.
 
Florenzi 7,1
E questo sarebbe uno che non può giocare esterno destro basso? E' vero, non sempre in questo ruolo ha dato risposte confortanti, ma forse se smettiamo di cambiargli ruolo, facendolo giocare trenta partite di seguito lì a destra basso, può essere che sorprenda pure i suoi detrattori. Nell'occasione oltre a un'occupazione costante e di qualità della sua corsia, ci mette pure due assist per Dzeko ma il bosniaco non gli rende giustizia. E pure un terzo che Nainggolan stampa sul palo.
 
Manolas 8,4
Un gigante. L'autentico dominatore della sua metà campo dove, come sempre del resto, in un paio di situazioni si rende protagonista di chiusure degne di un centista. Di piede o di testa, c'è sempre lui  disinnescare le velleità offensive (poche per la verità) della viola. E' tornato il greco che conoscevamo. Facciamogli questo rinnovo contrattuale e poi auguriamoci che la Roma sappia resistere agli sceicchi che si presenteranno con una vagonata di soldi.
 
Fazio 6,4
Confesso che quando l'ho visto nella formazione titolare ho pensato . E invece questo lungagnone argentino con la faccia da playboy, ha fatto il suo anche se, riconfesso, ogni volta che aveva il pallone tra i piedi, il mio cuore andava in tachicardia. Quello che mi è piaciuto è che ha giocato con la saggezza di chi conosce i suoi limiti. Nell'arrembaggio finale Spalletti lo ha pure spostato da secondo centravanti. E da una sua prima spizzata nasce l'ultima occasione romanista, quella di El Sharaawy che coglie Tatarusanu.
 
Bruno Peres 6,1
Ridimensiona velocità e velleità di Tello, uno che se c'è da correre andate a prenderlo, su una corsia sinistra dove, però, al contrario delle sue abitudini si fa vedere troppo timido nelle proiezioni offensive che poi sono il suo marchio di fabbrica. Nella prima parte di gara, sbaglia un paio di dribbling in ripartenza che potevano costare cari.
 
Nainggolan 5,5
Ma cosa sta capitando alla cresta più amata sotto il Cupolone? Sembra quasi che la partita eroica contro il Porto gli abbia portato via l'anima. Che, poi, per un giocatore come lui, è fondamentale per poter rendere al meglio. Oltretutto sembra giocare sapendo dei suoi limiti attuali. Certo se invece di rompere il palo con quel destro a rientrare su assist di Florenzi, la sufficienza non gliela avrebbe tolta nessuno. Peraltro in quell'occasione se non fai gol sbagli, perché la scelta giusta è mettere il pallone centro con Dzeko (si spera) che segna a porta vuota.
 
De Rossi 6,1
Qualcuno di sicuro lo metterà sul banco degli imputati, ma a me il biondo di Ostia anche a Firenze mi è sembrato più una risorsa che un peso per la Roma. E' chiaro che sa giocare meglio, ma sbaglia poco e indovina quasi sempre le linee di passaggio quando la palla è tra i piedi degli avversari. E' lui, inoltre, che dà il pallone a Dzeko con il bosniaco sdraiato in area senza che l'ineffabile Rizzoli si accorga di nulla.
 
Strootman 7,2
Per lunghi tratti ha dominato in mezzo al campo, capendo sempre prima quello che stava per succedere e non sbagliando quasi mai in fase di appoggio. Non è ancora l'orange straripante che abbiamo conosciuto nei suoi primi sei mesi romanisti, ma ormai gli manca poco. E a quel punto, ne sono convinto, ne gioveranno tutti i suoi compagni di reparto. In ogni caso a Firenze la sua miglior partita da quando è tornato dopo quasi due anni di infermeria.
 
Salah 5,6
L'emozione da ex con un anno di ritardo. Nel passato campionato, tra andata e ritorno, alla sua vecchia e dimenticata viola gli aveva rifilato tre gol, uno a Firenze, una doppietta all'Olimpico, stavolta invece cicca il ritorno davanti ai suoi tifosi. Non si ricordano sue giocate degne di questo nome. A parziale sua attenuante, non credo di sbagliare sostenendo che Paulo Sousa, dopo le ferite del precedente campionato, nel preparare la partita abbia messo come priorità quella di non far prendere velocità all'egiziano. C'è riuscito.
 
Dzeko 5,6
Già sento il massacro, scritto e parlato, del bosniaco. Del resto, pure Firenze, rimarrà una tappa dei gol clamorosi sbagliati da questo ragazzo che ha la faccia troppo da bravo ragazzo. E' infatti clamorosa la rete sbagliata di piede, a tu per tu con Tatarusanu, con una pedata che vede il pallone finire sulle rive dell'Arno. In precedenza c'aveva provato di testa non inquadrando la porta e quando l'ha inquadrata ci ha pensato il portiere viola a respingere. Infine, nell'occasione in cui prende il tempo al difensore, viene steso tipo Gautieri qualche anno fa a Torino Nella ripresa scompare o quasi.
 
Perotti 5,6
Non una delle sue migliori prestazioni. Non riesce mai a dare quel cambio di passo che spesso in passato aveva fatto la differenza. Sbaglia anche qualche cross di troppo, roba che non è da lui. Forse fin qui ha giocato troppo ma è pure vero che Spalletti non può fare a meno di lui.
 
Totti 6,2
Stavolta non funziona neppure l'amuleto rappresentato da questo fenomeno di quaranta anni. Parte comunque dal suo piede il tocco per Florenzi che diventa un assist con Nainggolan che rompe il palo.
 
El Sharawy 6,1
Dà un po' di brillantezza nel finale, però tira su Tatarusanu l'occasione per il pareggio.
 
Iturbe sv
Entra tarantolato. Esce inconcludente.
 
Spalletti 6,5
Magari qualcuno non sarà d'accordo, ma io a Firenze, nell'arco dei novanta minuti, ho visto la miglior Roma di questa stagione. Speriamo sia l'inizio di un ritorno al bel gioco e alla vittoria.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom