Dietro la lavagna

LE PAGELLE: TORINO-ROMA 1-1

condividi su facebook condividi su twitter 03-11-2013

| | Commenti →
LE PAGELLE: TORINO-ROMA 1-1

De Sanctis 7: Si ferma a 744 minuti la sua imbattibilità per colpa di Cerci. Poco prima é autore di una parata straordinaria su Meggiorini.

Maicon 6: In flessione anche lui rispetto alle prime apparizioni. Qualche tocco sbagliato di troppo e si perde Meggiorini in area di rigore, fortuna che De Sanctis compie il miracolo.

Benatia 5,5: Inizia alla sua maniera dove é il solito baluardo. L'ammonizione lo condiziona e perde brillantezza. Ad inizio secondo tempo rischia in un paio di occasioni la seconda ammonizione ed in occasione del pareggio legge male il lancio di Gazzi (contatto con Meggiorini a parte).

Burdisso 6: Rientro sufficiente per il bandito. Chiusure pulite con una piccola sbavatura soltanto nel primo tempo su cross dalla destra di Cerci.

Balzaretti 5,5: Bravo in occasione del gol, perde nettamente il duello sulla fascia destra con Cerci.

Bradley 6: Inserito a centrocampo per dare quantità, fa il suo. Copre Maicon nelle sue sortite offensive e prova qualche percussione palla al piede.

De Rossi 6,5: Prima centrocampista, poi difensore regala una prestazione sempre sopra gli standard. É l'ultimo ad arrendersi dopo il pareggio del Torino.

Strootman 6,5: Altro gol in trasferta per lui che impreziosisce la solita partita di qualità e dinamismo in mezzo al campo. Licenza di offendere nel primo tempo, regista basso nel secondo.

Pjanic 6,5: Fino all'ingresso di Ljajic la Roma è tutta nei sui calci piazzati. Un po' spaesato nel suo nuovo ruolo dove cerca di venire a centrocampo a prendersi la palla schiacciando un po' la squadra. Ricollocato nel suo ruolo mostra tutta la sua classe.

Borriello 5: Lento, impacciato come contro l'Udinese. Limitato dal solo piede sinistro. Si fa vedere per un colpo di testa su calcio d'angolo. Fuori lui la Roma comincia a giocare.

Florenzi 6: Come spesso gli capita per la troppa generosità da tutto nelle prime battute per poi calare. Bellissimo il suo destro al volo su assist di Pjanic. Impreciso su giocate semplici.

Dodó s.v

Ljajic 6,5: Entra é da la scossa alla squadra. I difensori del Torino li salta come birilli ed é l'unico a parlare la lingua di Pjanic in campo. Peccato che non prende in considerazione l'idea di tirare in porta, se non da calcio piazzato.

Marquinho 6: Buon impatto al match. Un po' caotico in alcune giocate, un tiro dal limite alto sulla traversa.

Garcia 6: Tiene fuori Ljajic dopo che é stato il migliore del reparto offensivo nelle gare post Totti, per confermare Borriello al centro dell'attacco. Pjanic alto a sinistra non da i frutti sperati.

(Luca d'Alessandro)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom