Dietro la lavagna

ROMA-NAPOLI, le pagelle. Pjanic E.T., De Rossi un muro

condividi su facebook condividi su twitter 19-10-2013

| | Commenti →
ROMA-NAPOLI, le pagelle. Pjanic E.T., De Rossi un muro

(Luca d'Alessandro) La Roma archivia anche la pratica Napoli per 2-0. Ecco le nostre pagelle:


De Sanctis 7.5: Una sola rete subita in otto gare e lui oggi il suo gol lo segna su Pandev. Fortunato sul palo di Insigne (é una qualità). Preciso e sicuro su tutti gli altri interventi.

Maicon 7: Torna a disposizione del mister e sulla fascia destra si torna a volare. Molto attento in difesa tenendo a bada Insigne. Nel secondo tempo si concede sortite offensive contraddistinte da tanta classe.

Benatia 7: Non ha Higuain da marcare, ma Pandev. Per lui non cambia nulla, contrasta e difende su tutti e tutto. 

Castan 6.5: Commette un grave errore, salendo in ritardo, sull'occasione più pericolosa del Napoli. Nel resto della gara combatte su ogni pallone.

Dodo 6: Sufficienza di stima per il giovane brasiliano. Buona corsa e buona tecnica per lui. Ha voglia di mettersi in mostra e spesso eccede in pressing solitari in cui spreca energie preziose. Impreciso nelle diagonali, ma in progresso.

De Rossi 7.5: Muro. Salva in collaborazione con De Sanctis la porta giallorossa. S'immola su ogni tiro dalla trequarti romanista. Con la fascia da capitano al braccio si esalta ancora di più. 

Strootman 6.5: Tutor di Dodo é limitato in fase offensiva. Lavoro sporco per lui, ma riesce a trovare due conclusioni molto pericolose dalla distanza.

Pjanic 8: Otto come le vittorie giallorosse. Magic moment per lui, dopo la qualificazione al mondiale con la Bosnia sforna una prestazione sontuosa. Garcia lo ha definito "il cuore del gioco della Roma". La punizione con cui porta in vantaggio la squadra sembra esser stata suggerita all'orecchio o via telefono fate voi, da Diego Armando Maradona in tribuna. Lui ascolta il consiglio e trasforma. Specialista nei calci piazzati trasforma il penalty spiazzando Reina che dovrà dormire ancora col pigiama di Balotelli.

Florenzi 6.5: Va vicino al gol nel primo tempo strozzando a lato un destro dal limite. Non servito da Ljaic con un'autostrada davanti a se nel secondo tempo, svolge un lavoro tattico (guarda caso anche lui sulla fascia sinistra) importante.

Marquiinho s.v.

Gervinho 7: Come spezza in due le difese avversarie lui in questa Roma non riesce a nessuno. Sbaglia di sinistro un gol facile dopo pochi minuti. É decisivo nel procurarsi la punizione del gol dell'1-0. Esce per infortunio nel secondo tempo.

Totti 6: Doveva essere la sfida tra lui ed Higuain e invece per infortunio nessuno dei due é riuscito a lasciare il segno. La Roma senza di lui ha un momento di sbandamento e non riesce a trovare l'uomo per alleggerire la pressione del Napoli 

Borriello 7: Entra con la voglia di spaccare il mondo. Porta un pressing, spesso vincente, feroce nella metà campo partenopea. Si procura il rigore che chiude il match.

Ljajic 6: Perde sempre il tempo per la giocata vincente. Assente a Milano fatica ad entrare nel match. Con il cinismo che lo aveva contraddistinto finora si sarebbe potuto togliere la soddisfazione personale del gol.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom