Do You Remember

Do you remember... Barcellona-Roma, dove eravamo rimasti?

condividi su facebook condividi su twitter 24-11-2015

| | Commenti →
Do you remember... Barcellona-Roma, dove eravamo rimasti?

Questa sera le luci del Camp Nou si accenderanno anche per la nostra Roma. Dopo l'onorevole 1-1 dell'andata, la squadra di Rudi Garcia si troverà nuovamente di fronte al colosso blaugrana, in cerca di una prova soprattutto simbolica, per dire che la Roma c'è e vuole qualificarsi. Magari come accadde quel 20 febbraio del 2002.

La Roma era quella scudettata di Fabio Capello, che aveva bisogno di punti per mettere sulla buona strada il girone della seconda fase di Champions (c'era ancora il doppio girone). Abbinati ai blaugrana, al Liverpool e al Galatasaray, i campioni d'Italia non ebbero vita facile e, nonostante alcune ottime prestazioni, dovettero lasciare la competizione anzitempo.

In quella serata spagnola ad andare in vantaggio fu proprio la Roma, grazie ad un gol del difensore-goleador Christian Panucci (stop e girata di sinistro, da perfetto centravanti, su azione di calcio di punizione all' 11' della ripresa), che fece sognare i sostenitori romanisti al seguito della squadra. I giallorossi andarono molto vicini alla vittoria, fermati solo dalla bella volée di collo-esterno destro di Patrick Kluivert, bravo a sfruttare un cross di Carles Puyol. 

Le difficoltà di quella partita erano più o meno quelle di oggi, anche se non c'erano Messi, Neymar e Suarez. Il Barcellona, che fece valere tifo, storia e dimensioni del Camp Nou, vantava nomi del calibro di Rivaldo, Kluivert, Xavi, De Boer e Overmars, per citarne alcuni. Ma soprattutto in campo c'era un certo Luis Enrique, proprio l'allenatore che ha occupato per una stagione la panchina della Roma e che ora è su quella dei campioni d'Europa. 

Finì 1-1, nonostante la pressione finale del Barcellona, che comunque salì al primo posto nel girone a 5 punti, con la Roma relegata alla seconda piazza a braccetto con il Galatasaray (3 punti). Nel match di ritorno Montella e compagni misero in mostra una delle più belle prestazioni della storia della Roma, strapazzando il Barça con le reti prorio di Top Gun, di Emerson e di Damiano Tommasi. Ma questa è un'altra storia...

Garcia è stato molto chiaro in conferenza, perdere o pareggiare per la classifica avrebbe la stessa valenza. In termini matematici questa è la realtà, ma ci sono altri fattori da considerare, su tutti il morale di una squadra che ha bisogno ora come mai di una sferzata di fiducia per rinforzare convinzioni ed ambizioni, magari con una grande prestazione questa sera. 

Fonte: Federico Paolini- Insideroma

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom