Do You Remember

Do you remember?... Francesco "Checco" Moriero

condividi su facebook condividi su twitter 09-10-2015

| | Commenti →
Do you remember?... Francesco

Il ruolo dell'ala sembra essere scomparso. Inghiottiti nei dettami tattici del calcio moderno, i giocatori di talento si spostano sempre più verso il centro, orfani di un 4-4-2 ormai in disuso. Eppure, negli anni ottanta e novanta, l'esterno era una posizione in cui si misuravano giocatori di ottimo livello tecnico. Uno di questi è stato senza dubbio Francesco Moriero. 

Nato a Lecce, il 31 marzo del 1969, Moriero è stato uno dei protagonisti più importanti degli anni 90'  della Roma. Anni poveri di soddisfazioni, per dire la verità, ma comunque importanti per costruire la società e la squadra che in futuro avrebbe ambito a posizioni di vertice. 

Dopo gli anni di formazione al Lecce e l'esperienza di Cagliari, arrivò la chiamata che ti cambia la carriera e la vita. Nell'estate del 1994 venne acquistato dalla Roma a titolo definitivo per 8,5 miliardi, una cifra importante per quel periodo, quando ancora il calcio italiano stava entrando nell'epoca delle "cifre folli". 

Con la Roma 88 presenze e 11 gol in totale, quasi sempre titolare nelle formazioni tipo di Carletto Mazzone prima e di Carlos Bianchi poi. Due quinti posti e un dodicesimo, nell'ultima difficile stagione in giallorosso che fece da preludio all'arrivo del boemo Zdenek Zeman. Come non ricordare la famosa partita Roma-Slavia Praga, ritorno dei quarti di finale di Coppa Uefa 95-96, in cui la Roma sfiorò l'impresa dopo la sconfitta dell'andata per 2-0. 

Dopo un'ultima stagione in chiaroscuro, con poche presenze in campionato, decise di accordarsi con il Milan nel maggio 1997, ma in una delle classiche storie di mercato finì dalla parte opposta di Milano. Nell'ambito di uno scambio tra cugini Cruz vestì la maglia del Milan e lui quella dell'Inter, per trovare la definitiva consacrazione a livello internazionale con la vittoria della Coppa Uefa 97-98. 

Ha appeso le scarpette al chiodo nel 2002 dopo due stagioni a Napoli, tra serie A e B, e dal 2006 fa l'allenatore. Ultimo impiego sulla panchina del Catanzaro nel 2014. Ma chissà quali sfide ancora lo aspettano, come quando sfrecciava sulla fascia con la maglia della Roma addosso. 

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom