Il bostoniano

Parola del Presidente

condividi su facebook condividi su twitter 15-10-2015

| | Commenti →
Parola del Presidente

Il presidente della Roma James Pallotta, intervenendo live nella pagina facebook ufficiale di AS Roma, è riuscito a riallacciare i rapporti con la tifoseria giallorossa o quantomeno ci ha messo il possibile per riuscirci. Nonostante un assenza prolungata dalla capitale (con oggi siamo esattamente a 121 giorni, ndr) nel dialogo digitale con i fan il presidente ha posto l’accento su alcuni argomenti essenziali, affrontando senza paura l’argomento spinoso della Curva Sud, rispondendo in maniera diretta, senza compromessi e barriere alle domande postegli dai tifosi romanisti: "Ho sempre detto che il cuore e l’anima della Roma è la Curva Sud. Difatti, se andate a vedere il piano del nostro nuovo stadio, la Curva Sud ha la sua sezione di 14mila tifosi ed è parte integrante del nuovo stadio. E’ frustrante che i nostri tifosi possano pensare che non pensiamo a loro e che non stiamo lavorando dietro le quinte per sistemare questa situazione”.

Senza ombra di dubbio questo modo innovativo di comunicare, dritto e senza filtri adoperato dal Presidentedovrebbe essere apprezzato dai tifosi stessi. Per alcuni, in effetti, è stato così, per altri un po’ meno, visto che molti post dei tifosi erano piuttosto critici e molti altri ancora anche offensivi. Ovviamente non si può pretendere una compiacenza totale e un parere omogeneo in quasi 1200 commenti, ma senza dubbio che l’esperimento sembra riuscito, almeno per i titoli che Pallotta ha dato alla stampa ed ai tifosi stesso. Alcuni esempi? Sul tema Stadio dopo le dimissioni del sindaco Marino"Non è cambiato nulla, il progetto è già stato approvato dal Comune. Consegneremo altri dossier nel prossimo mese alla Regione". Sul derby senza curve "Sarei molto deluso se i nostri tifosi non entrassero al derby. Credo che ci sia una possibilità che io stesso possa essere seduto in Curva Sud da solo con una bandiera in mano". Passando poi agli argomenti di campo, come il momento d’oro di Alessandro Florenzi: "Non si discute, abbiamo sempre voluto che lui restasse nella Roma per sempre come Daniele e Francesco, e ho intenzione di trattenerlo qui. E’ romano” oppure la situazione di Castan: "Leo è a posto fisicamente come gli altri della squadra- Con una situazione così seria come quella dell’anno scorso ci vuole tempo per tornare a una condizione normale. I preparatori, Darcy ed Ed, mi dicono che è praticamente pronto per tornare ad essere un elemento importante per la squadra”, oppure ancora entrando nel merito della condizione di Kevin Strootman, dove il presidente si è sbilanciato con una news importante e di stima per il giocatore olandese: “Non c’è dubbio che Kevin sarebbe rimasto un giocatore della Roma. Non ho mai avuto discussioni riguardanti una sua partenza. Infatti, abbiamo rinnovato il suo contratto come un segno di quel che pensiamo di lui”, senza dimenticare Totti: "Abbiamo sempre detto che la Roma è Totti e che Totti è la Roma e che vogliamo che sia parte importante del club per sempre".

Capitolo a parte il discorso relativo allo sponsor che manca da alcuni anni, in questo passaggio Pallotta ammette che qualcosa non è andata per il verso giusto - "Stiamo lavorando sul main sponsor, abbiamo fatto qualche errore”.

Restiamo dell’idea che questo tipo di interventi del presidente siano centrati e quanto meno opportuni, specialmente in questa fase delicata della stagione. Gli argomenti erano tanti e Pallotta non si è mai risparmiato di rispondere, alcune volte anche con durezza, altre con ironia.

L’aspetto principale è che il presidente della Roma, James Pallotta è sembrato presente al 100% su temi delicati ed importanti e questa riteniamo che sia la news del giorno. 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom