Il bostoniano

Ultimo tango a Brunico. L'anno prossimo ritiro made in USA?

condividi su facebook condividi su twitter 22-07-2013

| | Commenti →
Ultimo tango a Brunico. L'anno prossimo ritiro made in USA?

Brunico, ultimo atto. La Roma è tornata a casa e ha salutato Brunico. Probabilmente, più che un arrivederci, un addio.

Tra quanti, infatti, erano a  Riscone di Brunico al seguito della squadra giallorossa c'è chi è pronto a scommettere già da ora che questo è l'ultimo ritiro dell'AS Roma targato Trentino Alto Adige.

Più di uno gli indizi che aprirebbero a questo scenario: 

  1. Mister Garcia ha espressamente voluto un ritiro "corto", solo 9 giorni. Riduzione che, per ovvi motivi, gli albergatori non hanno gradito. 

  2. Complice l'aria di contestazione dopo una stagione fallimentare  e la crisi, l'afflusso dei tifosi è stato buono, ma non ai livelli delle precedenti stagioni. Si racconta che più di un hotel esponga il cartello "camere libere" cosa che raramente si verifica nel periodo di ritiro della squadra dove il flusso di turisti è molto alto tanto da arrivare facilmente al tutto esaurito. 

Insomma, i locali non sarebbero affatto soddisfatti e starebbero seriamente pensando di non rinnovare l'accordo per il prossimo anno con i giallorossi.  

E la Roma? Di certo alla proprietà americana, che non ha mai nascosto di voler  puntare su un'immagine internazionale, non dispiacerebbe che la squadra svolgesse il ritiro all'estero, volando magari proprio a Boston, città natale del presidente James Pallotta. 

E Riscone che fine farà? Si vocifera  che a Brunico sarebbero ben lieti di ospitare la Juventus l'anno prossimo....

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom