Il bostoniano

Pallotta a Roma, con l'obiettivo di creare finalmente una squadra vincente

condividi su facebook condividi su twitter 04-06-2016

| | Commenti →
Pallotta a Roma, con l'obiettivo di creare finalmente una squadra vincente

GABRIELE NOBILE - Inizia la settimana della grande passione giallorossa, dopo quasi 90 giorni di assenza, rientra nella capitale il presidente della AS Roma James Pallotta. In questi 3 mesi sono successe molte cose, mediaticamente l’argomento che ha tenuto banco sui media è stata la querelle tra lo stesso massimo dirigente romanista e Francesco Totti per il rinnovo del contratto del capitano; come alcuni giornalisti influenti hanno indicato oggi sui vari quotidiani, sembra che tra lunedì e martedì verrà finalmente siglato il contratto che legherà la bandiera della Roma al club di piazzale Dino Viola, almeno per un altro anno.

La prima missione dell’uomo forte di Boston andrà in gol proprio quando il prestigioso autografo del capitano impreziosirà il contratto che gli uomini del presidente hanno redatto in questi mesi, dopo aver vacillato per giorni se rinnovare o no lo stesso, ragionando su come fosse meglio per tutti che Totti appendesse gli scarpini al chiodo per iniziare la sua nuova avventura da dirigente. Evidentemente, il finale di stagione del numero 10 ha di fatto modificato il pensiero di Pallotta, che dopo una prima fase di incertezza, ha virato decisamente sul rinnovo.

James “WolfPallotta in questi suoi giorni romani sarà costretto, per l’ennesima volta, a sistemare il sistemabile ma come spesso è accaduto nel passato, sarà molto probabile che tutto accadrà tranne una rivoluzione. Il presidente ci ha abituato, nelle sue brevi permanenze romane, a concentrarsi sulle tante riunioni programmate dallo staff (spesso nell’Headquarters dello studio Tonucci) e di comunicare poco, spesso dialogando in maniera ironica, con i cronisti presenti sul tracciato dei suoi spostamenti ma mai tramite conferenze stampa programmate ad hoc. Queste sono spigolature del carattere e del metodo che Pallotta ha attuato in questi anni di sua presidenza. Il dato di fatto è che numero 1 giallorosso a Roma e nella Roma ha spesso privilegiato il fattore della motivazione del suo entourage e dei suoi giocatori, portando in dote quell’entusiasmo che non è stato percepito solamente dall’ala dura dei tifosi che, ad oggi, ancora gli contestano alcune frasi dello scorso anno.

Eppure James Pallotta, vittorie a parte ma numeri alla mano, è in cima a tutte le classifiche di rendimento tra i presidenti della storia giallorossa. Infatti, come ci ha segnalato uno studio approfondito de LaRoma24 a firma di Andrea Papale, analizzando la gestione dei presidenti che sono rimasti in carica alla Roma per quattro o più anni, si può notare come la percentuale di vittorie e la media punti conseguita dal “number one” americano siano le più alte della storia, dove i numeri parlano di un 56% di successi per Pallotta nella sua gestione, con la miglior percentuale di vittorie nella storia e la più bassa di sconfitte, nel totale delle 152 partite giocate in campionato da quando è presidente. Tutto questo non è bastato per centrare trofei e vittorie e solamente il tempo ci potrà raccontare se, a partire dalla prossima stagione, ci sarà una controtendenza utile a generare successi per il club.

Il dopo Sabatini, la sostituzione del dimissionario (o dimesso) CEO Italo Zanzi, il rinnovo del contratto scontato del DG Mauro Baldissoni, il provare a cambiare le sorti del marketing giallorosso, ancora alla ricerca del main sponsor da 3 anni: è questa la mission di Pallotta nella sua permanenza romana.

Argomenti che sembrano banali ma che il presidente della Roma dovrà affrontare con fermezza, prendendo il toro per le corna adesso per mettere nelle condizioni migliori tutti coloro che lavorano nel club e permettere di ripartire in maniera indiscutibilmente diversa ed affrontare la stagione che inizierà tra un mese, appianando le indecisioni del passato per cementificare il gruppo di lavoro, ponendo in essere nuove strategie e tentare di portare la AS Roma finalmente in vetta.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom