Inside International Football

Feyenoord, la nobile olandese vincente in Europa è un mix di veterani e giovani talenti (VIDEO)

condividi su facebook condividi su twitter 15-12-2014

| | Commenti →
Feyenoord, la nobile olandese vincente in Europa è un mix di veterani e giovani talenti (VIDEO)

Il Feyenoord sarà la prossima avversaria dei giallorossi nei sedicesimi di Europa League. Si giocherà il 19 all'Olimpico di Roma e poi il 26 al "Feijenoord Stadion" di Rotterdam. Dall'urna è uscita una squadra abbordabile? Sicuramente non è del livello dei top club pescati in Champions, ma la attuale quarta in classifica della Eredivisie olandese è una formazione difficile da affrontare. Ecco perché:

SQUADRA DI VETERANI E GIOVANI RAMPANTI- Dando un'occhiata alla rosa, il Feyenoord è un mix di trentenni esperti e giovani appena usciti dal settore giovanile, mancando quasi del tutto una generazione di messo. La formazione è allenata da Fred Rutten, bandiera indiscussa (alla Totti) del Twente da giocatore, poi allenatore d'esperienza nella Eredivisie (ha allenato anche lo Schalke). Il modulo adottato è lo stesso della Roma di Garcia: un 4-3-3 (o a volte 4-2-1-3) agile ma con una differenza a centrocampo. Il reparto di mezzo infatti non ha un regista basso e due intermedi, come i giallorossi, ma due intermedi e un semi-trequartista avanzato che dialoga con una punta alta. In porta c'è l'affidabile Vermeer, proveniente dalla tanto eccelsa scuola Ajax. La difesa a 4 è composta dai centrali Kongolo, giovane leva titolare dopo la partenza di Martins Indi, e il veterano Boulahrouz (in alternativa Van Beek e Mathijsen). Sulle fasce svolazzano l'astro nascente Nelom, a sinistra, e l'australiano Wilkshire a destra (con un passato in Inghilterra). A centrocampo i due intermedi solitamente sono Clasie ed il marocchino El Amhadi. Jordy Clasie è forse il gioiello più luccicante di questa squadra, vittima spesso dei saccheggi dei club europei. E' del '91, cresciuto nell'Excelsior, può giocare sia da mediano che da centrocampista più avanzato. E' nel giro nella nazionale olandese e sta crescendo di anno in anno, tanto da far indirizzare verso di lui le antenne degli emissari di West Ham e Arsenal (e non solo). Il trequartista della squadra è invece Immers, ma occhio anche alla riserva Tonny Vilhena, 19 anni olandese ma originario dell'Angola, che si sta guadagnando a poco a poco i galloni da titolare. Nell'attacco orfano di Graziano Pellè, ad affiancare il centravanti turco Kazim Richards (8 gol in questa stagione tra Europa League e campionato) ci sono Boetius ala sinistra, veloce e sgusciante, e Toornstra ala destra (o Basacikoglu).

ESPERIENZA EUROPEA - Il Feyernoord non è una squadra sconosciuta ai palcoscenici europei, anzi. Innanzitutto ha vinto una Coppa dei Campioni nel 1970 e due volte questa coppa (quando si chiamava Coppa Uefa) nel '74 e nel 2002, quando i giallorossi giocavano con lo scudetto cucito sul petto. Il club di Rotterdam ha vinto anche 14 campionati olandesi, 11 coppe d'Olanda e 2 Supercoppe nazionali, oltre che una Coppa Intercontinentale. E' una squadra dall'incredibile curriculum europeo e quindi da non sottovalutare.

 

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom