Inside the match

Sassuolo-Roma - Precedenti, statistiche e curiosità

condividi su facebook condividi su twitter 01-02-2016

| | Commenti →
Sassuolo-Roma - Precedenti, statistiche e curiosità

Turno infrasettimanale di campionato che vedrà la Roma impegnata sul campo del Sassuolo (martedì alle ore 20:45). I giallorossi hanno vinto nell’ultima giornata 3-1 contro il Frosinone, ritrovando il successo dopo più di un mese. Una boccata d’aria fresca per i capitolini, che non vincevano dal 2-0 sul Genoa del 20 dicembre scorso e che hanno regalato al tecnico il primo acuto della sua Roma 2.0.
Ma il tempo per gioire è finito, perché domani si ritorna in campo e si dovrà cercare nuovamente il successo per non perdere terreno dalle prime posizioni della classifica. Dunque tutti in campo per preparare la prossima sfida, alla quale non prenderanno parte lo squalificato Manolas e gli infortunati Digne, Torosidis e Strootman. Dubbi per quanto riguarda Florenzi e Iago Falque, mentre Dzeko ha svolto lavoro differenziato per una contusione al polpaccio sinistro che gli impedirà di essere in campo domani. In gruppo anche il neo acquisto Diego Perotti, che però difficilmente prenderà parte alla partita di domani.
In casa del Sassuolo l’aria che si respira è diversa, a causa dell’assenza dei tre punti da ben quattro partite e con un pareggio nell’ultima giornata (anticipo del sabato) caratterizzato da un rigore dubbio a sfavore dei neroverdi. Ma i giocatori di Di Francesco non si sono amareggiati e sono tornati subito in campo per arrivare alla sfida contro la Roma con la massima preparazione. Defaticante per chi è sceso in campo contro l’Atalanta e lavoro in palestra con partitella finale per gli altri giocatori. Assenti gli infortunati Terranova e Missiroli, con Laribi in dubbio per domani sera. Rientrato in gruppo da una settimana il difensore ed ex Roma Luca Antei, infortunatosi al crociato 341 giorni fa.

I PRECEDENTI – Sassuolo e Roma si sono incontrate solamente due volte al Mapei Stadium, con i giallorossi che si sono imposti in entrambe le sfide con il risultato di 2-0 (reti di Destro e Bastos) durante la stagione 2013/2014 e con un tondo 3-0 (Doumbia, Florenzi e Pjanic) l’anno successivo. In totale fra le due squadre vi sono stati cinque precedenti, con il Sassuolo che non ha mai avuto la meglio sui giallorossi. Due i successi della Roma, entrambi in trasferta; con tre pareggi fra le due squadre e tutti registrati allo stadio Olimpico.

STATISTICHE – La Roma, finora, non ha mai perso contro il Sassuolo, contro cui ha sempre vinto al Mapei Stadium. Ma attualmente il ruolino in trasferta dei giallorossi è abbastanza negativo, con il successo esterno che manca da ben sette partite ufficiali. Quasi inarrestabile, invece, il Sassuolo davanti ai propri tifosi; con solo una sconfitta (nel derby emiliano contro il Bologna) fatta registrare tra le mura amiche durante tutta la stagione.
In classifica Roma e Sassuolo sono distanziate di soli cinque punti, con i neroverdi che si sono messi in luce per l’ottimo gioco che gli è valso l’appellativo di sorpresa del campionato. Nuova gestione per i giallorossi, che con Spalletti hanno raccolto quattro punti in tre partite ma hanno il terzo posto nel mirino. Nonostante Dzeko abbia timbrato il cartellino solo tre volte in campionato, il reparto offensivo della Roma è il terzo migliore del campionato, con 40 gol messi a segno finora. Grande merito di ciò va a Pjanic che è il miglior marcatore giallorosso con 7 reti.
Rispetto ai capitolini il Sassuolo nutre ambizioni di classifica minori, anche se l’Europa è li ad un passo e si può ancora coronare una già ottima stagione con la ciliegina sulla torta. I ragazzi di Di Francesco, infatti, stanno stupendo tutti ed hanno perso solo 5 volte in campionato, una sconfitta in più rispetto alla Roma ma non se li mettiamo a confronto con Fiorentina o Inter che gli sono davanti in classifica. Punto di forza dei neroverdi è la difesa, che ha subito 24 gol e si è rivelata migliore della retroguardia giallorossa (25 gol subiti da Manolas e compagni).

Domani non sarà una partita facile per la Roma, che in difesa non avrà Manolas ed in avanti non ha ancora potuto godere del miglior Dzeko. Salah non sta dimostrando tutto il suo reale valore, risultando carente anche nello scatto che era una delle sue peculiarità. Fortunatamente per Spalletti i neo acquisti Zukanovic ed El Shaarawy si sono dimostrati subito pronti ed all’altezza della situazione, il che fa tutto morale e potrebbe spingerli a ripetersi anche contro il Sassuolo. Sassuolo che ritroverà in difesa Peluso e Cannavaro, con Sansone nuovamente schierato al fianco di Berardi. Ma attenzione ai giovani Sensi, Trotta e Politano; che scalpitano in panchina per sfruttare al meglio la loro occasione nella massima serie.
Dunque domani sera al Mapei Stadium si potrebbe assistere ad una partita molto aperta e di conseguenza divertente e ricca di azioni, con la Roma che dovrà dare di più avendo come obiettivo minimo il terzo posto ed i preliminari di Champions League. Il Sassuolo non è affatto un avversario facile, ma il maggior tasso tecnico e la determinazione potrebbero fare la differenza. 

Fonte: a cura di Federico Falvo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom