Inside the match

Atalanta-Roma - Precedenti, statistiche e curiosità

condividi su facebook condividi su twitter 16-04-2016

| | Commenti →
Atalanta-Roma - Precedenti, statistiche e curiosità

Trentatreesimo turno di campionato per la Roma, che sarà ospite dell’Atalanta e per la prima volta in stagione scenderà in campo alle 12:30.
La Roma, che nell’ultima giornata ha pareggiato 1-1 in casa con il Bologna, è in serie positiva da 11 partite consecutive. Merito della consapevolezza nei propri mezzi che il tecnico Spalletti ha instaurato nei propri giocatori. Ma l’allenatore  toscano ci tiene a far sapere ai suoi che contro l’Atalanta non sarà assolutamente una gara semplice, quindi non si dovrà sottovalutare l’avversario, giocando con calma ed usando la testa. Domani si potrebbe rivedere in campo anche Edin Dzeko, che Spalletti ha provato tra i titolari nella partitella di allenamento. Non si sono allenati quest’oggi e dunque non convocati per il match Uçan, Iago Falque e Gyomber; per il resto tutti a disposizione.
In casa nerazzurra Reja vuole trovare la terza vittoria interna dopo i successi contro Milan e Bologna; ma sa che contro la Roma di Spalletti ci vorrà molto ritmo ed un’organizzazione tattica perfetta. Infatti, come spiega Reja in conferenza stampa, per domare questa Roma servono contrasti continui e ripartenze fulminee. Purtroppo mancheranno gli squalificati Cigarini e De Roon, con Carmona e Diamanti che non ha recuperato e non sono stati convocati per la sfida.

I PRECEDENTI – All’Atleti Azzurri d’Italia vi sono stati 54 precedenti tra Atalanta e Roma, con il numero 18 che è la costante che guida gli equilibri della contesa. Sono infatti 18 sia le vittorie dei padroni di casa che quelle degli ospiti, come sono 18 anche i pareggi. La scorsa stagione vinse la Roma con il 2-1 firmato Ljajic e Nainggolan (Moralez per i padroni di casa). Pareggio, invece, nella stagione 2013/2014; quando Strootman recuperò al 90’ la rete di Brivio fissando il risultato sull’1-1. Nessuna vittoria dell’Atalanta negli ultimi tre precedenti, con il successo orobico contro la Roma che in casa manca dalla stagione 2011/2012, quando i padroni di casa vinsero per 4-1 con la tripletta di Denis e la rete di Marilungo (Borini per i capitolini). Questo risultato è anche il miglior successo interno contro la Roma per l’Atalanta (finì 4-1 per i nerazzurri anche nella stagione 1956/1957). La miglior vittoria esterna della Roma risale invece alla stagione 1952/1953, con i giallorossi che si imposero per 5-1. Ma i risultati più frequenti tra le due squadre sono l’1-1 e lo 0-0, che si sono verificati otto volte ciascuna.
Contro Reja la Roma vi ha giocato 15 volte, raccogliendo 9 vittorie, tre pareggi e tre sconfitte. Da quando il tecnico goriziano allena l’Atalanta ha incontrato due volte i giallorossi, senza mai perdere. Infatti in quelle due occasioni Reja raccolse un successo ed un pareggio.

LE STATISTICHE -  La Roma è terza in campionato con 64 punti, a meno sei dal Napoli secondo e prossimo avversario dei giallorosso il 25 aprile. I giallorossi, con campani e Juventus, sono la squadra meno battuta del campionato, con sole 4 sconfitte. I 33 gol subiti fanno della difesa della Roma la quarta del campionato, mente in fase offensiva i giallorossi sono i migliori con 67 gol messi a segno. Sugli scudi l’egiziano Salah, bomber dei giallorossi con 12 gol (seguito da Pjanic con 9). Trentasei, invece, i punti dell’Atalanta; che è a più otto dalla zona retrocessione ma vuole quanto prima raggiungere quota 40 punti per chiudere il campionato in tranquillità. Con 31 gol fatti l’attacco orobico è il terzo peggiore del campionato, causa anche il lungo infortunio di Pinilla e la cessione di Maxi Moralez.
La Roma, in casa dell’Atalanta, non perde da tre trasferte consecutive e va in gol da cinque. L’Atalanta, invece, ha vinto solo una volta negli ultimi otto precedenti in casa contro la Roma; anche se all’andata espugnò l’Olimpico per 2-0.

Dopo la non ottima prestazione contro il Bologna, condita dai tre pali di Salah, la Roma vuole tornare al successo per non perdere terreno dal Napoli. Bergamo non è un campo facile e Spalletti lo sa, incitando i suoi di giocare come sanno senza abbassare la guardia. L’Atalanta, infatti, vuole raggiungere il prima possibile la quota salvezza; magari ripetendo il colpaccio fatto registrare all’Olimpico proprio contro la Roma.

Fonte: a cura di Federico Falvo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom