Inside the match

Roma-Bologna - Precedenti, statistiche e curiosità

condividi su facebook condividi su twitter 11-04-2016

| | Commenti →
Roma-Bologna - Precedenti, statistiche e curiosità

Dopo la vittoria nel derby contro la Lazio, la Roma tornerà in campo domani sera per affrontare il Bologna.
Luciano Spalletti, che stima il collega Donadoni, non vuole fare sconti  a nessuno e contro i felsinei potrà contare su tutta la propria rosa. Rimangono dei dubbi da sciogliere sugli impieghi dal primo minuto di Rudiger (che oggi non si è allenato per precauzione) e De Rossi (tornato in gruppo), ma i due giocatori non destano comunque in condizioni preoccupanti in vista delle prossime gare. L’unico assente per la gara di domani sarà il belga Nainggolan, che deve scontare la squalifica. Intanto il resto della squadra ha svolto lavoro tattico ed una partitella, con Dzeko in rete per quattro volte.
In casa rossoblu Donadoni dovrà rinunciare a due giocatori fondamentali del suo scacchiere come Giaccherini (squalificato) e Destro (infortunato). Fermo ai box anche Morleo, mentre Taider è in dubbio. Dunque problemi di formazione per il Bologna, che vuole provare a piazzare un colpo a sorpresa domani all’Olimpico per interrompere la serie negativa di tre sconfitte consecutive; ma Donadoni non vuole andare a Roma per difendersi.

I PRECEDENTI – All’Olimpico tra Roma e Bologna vi sono state 68 sfide, con i padroni di casa che si sono imposti in ben 28 occasioni. La scorsa stagione la gara fu a senso unico in favore dei giallorossi, che surclassarono il Bologna con un 5-0 firmato Florenzi, Gervinho (doppietta), Benatia e Ljajic. Fermo a 22 il conto totale dei pareggi, che non si verificano dall’1-1 firmato Pjanic e Di Vaio di stagione 2011/2012. Solo 18 i successi esterni del Bologna, la cui ultima vittoria all’Olimpico risale al 3-2 di stagione 2012/2013, deciso dalla doppietta di Gilardino e Diamanti (Florenzi e Lamela per la Roma).
La Roma ha affrontato le squadre di Roberto Donadoni 10 volte, perdendo in una sola occasione, quando l’ex CT della nazionale guidava il Parma. Le vittorie della Roma sono state 6, con tre pareggi; l’ultimo dei quali registrato nel match d’andata tra giallorossi e felsinei.

LE STATISTICHE – La Roma è terza in classifica e con sole quattro sconfitte è la meno battuta del campionato, del quale detiene il miglior attacco (66 gol fatti) e la quarta difesa (32 gol subiti). I giallorossi con Spalletti in panchina hanno perso solo una volta in Serie A, e mai nelle ultime 10 partite. In casa la Roma ha costruito la maggior parte dei propri successi, con 10 vittorie, 5 pareggi ed una sola sconfitta. In grande spolvero nei giallorossi i bomber Salah e Pjanic, che hanno messo a segno rispettivamente 11 e 9 gol.
Trentasei i punti in classifica del Bologna, che aveva cominciato in maniera non perfetta trovando la propria dimensione proprio con l’arrivo in panchina di Donadoni. Ai felsinei mancano quattro punti per raggiungere la famosa quota 40, definita come sicura per mantenere la massima serie. Con 15 sconfitte il Bologna è la quarta squadra più battuta del campionato, con 30 gol fatti e 36 subiti. I rossoblu non vincono in Serie A da sei giornate, nelle quali hanno raccolto tre pareggi e tre sconfitte consecutive. In trasferta il Bologna ha uno score positivo, con 6 vittorie ed un pareggio raccolti in 15 partite (8 sconfitte).

La Roma, come detto in conferenza stampa da Spalletti, non dovrà mollare la presa ed adagiarsi sugli allori dopo la vittoria nel derby. Contro il Bologna il tecnico toscano vuole un altro successo, in modo tale da avvicinarsi al big match contro il Napoli con il morale alto e magari con un distacco minore. Ma Donadoni non vuole darsi per vinto e, nonostante i problemi di formazione, chiede ai suoi di giocare tranquilli e credere nei propri mezzi. L’obiettivo è uno: non andare a Roma con l’idea di difendersi.

Fonte: a cura di Federico Falvo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom