Inside the match

Roma-Real Madrid - Precedenti, statistiche e curiosità

condividi su facebook condividi su twitter 17-02-2016

| | Commenti →
Roma-Real Madrid - Precedenti, statistiche e curiosità

Ottavi di finale di Champions League per la Roma, che mercoledì sera ospiterà il Real Madrid.
La Roma si è qualificata seconda nel proprio girone, dietro ai campioni in carica del Barcellona. Un raggruppamento difficile quello della Roma, che ha ben pensato di complicarsi la vita da sola anche contro il Bate Borisov, sulla carta un avversario abbordabile. Ma l’unica vittori nelle sei gare del girone è bastata ai giallorossi, che hanno strappato il pass per gli ottavi a discapito del Bayer Leverkusen. La Roma si avvicina alla gara di mercoledì con ancora problemi di formazione per quanto riguarda il reparto arretrato. Infatti Rudiger, Manolas e Torosidis non sono al meglio e Gyomber non si è allenato con il gruppo così come Strootman (che comunque non è inserito nella lista Champions). Allenamento regolare per De Rossi e Totti che dovrebbero essere convocati così come Salah.
In casa Real Madrid, passato come primo nel proprio girone, le cose non vanno meglio. Zidane dovrà fare a meno di Bale e Pepe, che sono infortunati e non convocati per la sfida di mercoledì. C’è, invece, Marcelo; che ha recuperato in tempo ed è stato inserito nella lista dei 20.

I PRECEDENTI – Tra Roma e Real Madrid vi sono otto precedenti totali, con i Blancos che hanno vinto il 50% delle sfide (4 vittorie). La Roma è riuscita a imporsi in tre occasioni di cui due al Bernabeu, con il conto dei pareggi fermo a uno. Roma e Real Madrid si sono affrontate quasi sempre nei gironi, con solo un abbinamento agli ottavi di finale prima di quello di mercoledì sera. La prima partita assoluta tra le due squadre si giocò all’Olimpico nel 2001, con gli spagnoli che si imposero per 2-1 grazie alle reti di Figo e Guti (Totti per la Roma). Nel 2002 vinse nuovamente il Real Madrid, con un tondo 3-0 a firma Guti (doppietta) e Raul. Tre a zero per le Merengues anche nel 2004, grazie alla doppietta di Figo ed una rete di Ronaldo (il fenomeno). Per assistere alla prima vittoria casalinga della Roma contro il Real Madrid bisogna attendere il 2008, quando le squadre si affrontarono negli ottavi di finale e vinsero i padroni di casa per 2-1 con Pizarro e Mancini che ribaltarono l’1-0 di Raul.

LE STATISTICHE – La partita tra Roma e Real Madrid era quasi un appuntamento abituale dei girone di Champions League, con le due squadre che furono sorteggiate nello stesso raggruppamento per tre volte in quattro edizioni del torneo. Solo una volta giallorossi e spagnoli si sono affrontati negli ottavi di finale, con la Roma che vinse per 2-1 sia la gara d’andata che quella di ritorno, eliminato i Galacticos dalla competizione. Ma da quelle partite ad oggi sono trascorsi otto anni e le due squadre sono completamente diverse anche se accomunate dal cambio alla guida tecnica: infatti sia la Roma che il Real Madrid si presenteranno agli ottavi di finale con gli allenatori differenzi rispetto a quelli che li guidarono nei gironi. Dunque sia per Spalletti che per Zidane mercoledì vi sarà l’esordio stagionale nella competizione, con il tecnico francese che farà anche il suo esordio assoluto in Champions League come allenatore. Una grossa mano a Zidane la dovranno dare Cristiano Ronaldo e Benzema, che guidano l’attacco Blancos che con 19 reti è il più prolifico del torneo (11 portano la firma del giocatore portoghese, mattatore della competizione).

Spalletti e la Roma si presentano al match nel migliore dei modi, con quattro vittorie di fila in campionato ed il morale alto. Gli acquisti di gennaio sono stati tutti inseriti nella lista Champions e potranno scendere in campo già mercoledì sera; insieme a Dzeko che ha finalmente ritrovato la via del gol venerdì scorso contro il Carpi. Contro le squadre spagnole la Roma ha uno score abbastanza negativo; avendo raccolto 11 sconfitte, 9 vittorie e quattro pareggi. L’ultima partita contro una squadra iberica risale ai gironi di Champions League di questa stagione, quando al Camp Nou i ragazzi di Garcia vennero sconfitti per 6-1.
Bilancio migliore per il Real Madrid conto squadre italiane, grazie a 29 vittorie, 11 pareggi e 25 sconfitte. Ma sul suolo italiano i Blancos hanno vinto solo quattro volte, perdendo 18 partite e pareggiandone 8. L’ultima sfida contro una squadra del “Bel Paese” risale alla scorsa edizione della Champions League, quando i madrileni sfidarono la Juventus in semifinale perdendo a Torino (2-1) e pareggiando al Bernabeu (1-1). Una piccola curiosità su Zidane: non affronta una squadra italiana dalla finale mondiale del 2006, quando si fece espellere e la sua Francia perse la coppa ai rigori.
Mercoledì sera ci si aspetta una partita combattuta, con il Real Madrid che vorrà sicuramente dettare il suo gioco per archiviare il passaggio ai quarti di finale ed inseguire l’undicesima coppa dalle grandi orecchie della propria storia. Ma la Roma non starà di certo a guardare, giocando con libertà e voglia di stupire e proseguire questo cammino di vittorie che continua da quattro partite consecutive.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom