Pillole di saggezza

Il pensiero di Padovan su Totti

condividi su facebook condividi su twitter 21-10-2013

| | Commenti →
Il pensiero di Padovan su Totti

Questo è l'articolo completo di Giancarlo Padovan: CLICCA SUL LINK ORIGINALE

lo mettiamo così, senza commento...


Perché Totti non è un fuoriclasse

di Giancarlo Padovan

Mi è davvero difficile comprendere l’ondata di riprovazione popolare a proposito della mia opinione passata, presente e futura su Francesco Totti. Per me non è un fuoriclasse e, a 37 anni, è un calciatore finito che si limita, come ha fatto per gran parte della sua carriera, a giocare prevalentemente da fermo. I ricorrenti infortuni che lo hanno colpito e lo colpiranno ancora, altro non fanno che confermare la mia teoria. Struttura e muscolatura sono usurate e ogni sforzo agonistico, ancorché limitato ad una partita settimanale, viene pagato a caro prezzo. Non è una colpa, sono tributi che bisogna concedere alla biologia. Tempus fugit e nessuno può evitare questa tagliola, meno che mai chi intende giocare fino a quarant’anni.

Perché Totti non è un fuoriclasse? Perché non ha mai accettato di misurarsi in realtà più competitive della Roma e dell’Italia, perché ha vinto poco nel club e mai a livello internazionale, perché nel 2006 ha fatto un Mondiale da convalescente (Italia sempre senza un uomo se lui era in campo) ritrovandosi campione per meriti altrui. Non senza fondamento, la maggioranza obietta: ma ha segnato più di tutti (230 gol) ed è sulle orme di Piola. E’ vero, ma se guardiamo solo ai gol allora c’è da fare una serie di distinguo: 63 sono stati segnati su calcio di rigore e 20 su punizione. Più di un terzo, dunque, da calcio da fermo la posizione più consona all’indole tottiana. E poi un fuoriclasse – se lo è veramente – non sputa agli avversari (Poulsen all’Europeo di Portogallo) e meno che mai prende a calci per pura frustrazione un avversario migliore di lui (Balotelli nella finale di Coppa Italia del 2010).

Perché Totti è un calciatore finito? Perché il suo galleggiare (3 gol fatti di cui uno su rigore) è senza prospettiva, perché gli infortuni sono frequenti e dolorosi, perché  sta facendo una stagione ordinaria in un contesto nel quale eccezionali sono gli altri (con il  Napoli, uscito lui, la Roma ha vinto comunque e Pjanic si è esaltato). Candidarlo per un rientro in nazionale non è né realistico, né rispettoso di chi ha fatto e farà più di lui. Come tutti dovrebbero ricordare, al Mondiale si gioca ogni quattro/cinque giorni e il Totti attuale fatica a giocare una partita intera ogni sette. Se in una manifestazione del genere fosse vittima di un infortunio di media entità (gli stiramenti di cui soffre),  la sua partecipazione sarebbe esaurita dopo una o due partite e la nazionale si sarebbe bruciata un posto. E poi con tutti i calciatori  giovani e maturi che sono saliti alla ribalta negli ultimi due anni, l’Italia ha bisogno proprio di Totti per sentirsi rappresentata?

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

fabrizio 21/10/2013 - Ore 19:06

Vorrei solo capire perché avete chiesto a Padovan...a Padovan...di scrivere un articolo su Totti...?!?

malkmus 21/10/2013 - Ore 19:12

Secondo il mio parere , questo articolo non e' stato scritto da Padovan. E se e' stato scritto da lui , ripeto il se, non era in possesso delle sue facolta' mentali. Troppo fazioso, troppo acido, troppo ruffiano per essere stato scritto da un professionista, discutibile finche' si vuole, ma pur sempre professionista come lui.

Federiico 21/10/2013 - Ore 19:18

Nun te preoccupà nun ce viene e te la pii in der cu***!!!! Sei uno scribacchino mediocre, carico di livore perchè giocatori così non ce l'hai mai avuti nella tua squadra che ignoro...... fatti fott***!!!!!

Danilo 21/10/2013 - Ore 19:19

Un povero frustrato!!

carlo 21/10/2013 - Ore 19:21

questo e' da ricovero ,o forse siamo noi da ricovero che lo abbiamo letto?

Onofrione1 21/10/2013 - Ore 19:23

La tua opinione è opposta a quella di Pelè, Maradona, Lippi, Florentino Perez, Mourinho, Ancelotti, Gianni Rivera. Ma non importa, perché tu capisci sicuramente più di loro.

Andrea 21/10/2013 - Ore 19:23

E' un articolo imbarazzante...perché da un bravo giornalista come Padovan ti aspetti che riesca a celare o a mascherare la sua antipatia per un giocatore quando è chiamato a parlare di lui come giocatore. Mi pare che non ci sia riuscito per niente. Forse sta invecchiando. Più di Totti...

FLAVIO 21/10/2013 - Ore 19:24

forse sarebbe meglio ti occupassi dell'ippica

luca 21/10/2013 - Ore 19:25

A defici****

Tarda etto 21/10/2013 - Ore 19:26

Credevo Padovan uno **** finto devo ricredermi e VERO!!! e' uno ****VERO.

chiudi popup Damicom