Pillole di saggezza

Bonucci e le caramelle all'aglio

condividi su facebook condividi su twitter 07-10-2014

| | Commenti →
Bonucci e le caramelle all'aglio

Allora è bene saperlo, Leonardo Bonucci, ha un "mental coachmotivatore 41enne di Treviso, dicono essere un luminare in questo campo, ebbene il sig. Ferrarini ha dichiarato a Tutto Sport i seguenti aneddoti«Per fargli superare il peso di giudizi e fischi - ha raccontato in passato Ferrarini - sono arrivato anche a insultarlo e mollargli dei pugni, chiudendolo nella mia cantina». Alla vigilia di Juve-Roma non sono arrivati a tanto, però... «Sabato sera - spiega Ferrarini - abbiamo lavorato tre ore in albergo per preparare la partita. Nuovi segreti? Finito il nostro lavoro ho dato a Leonardo delle caramelle all’aglio. Prodotti naturali, immangiabili. I soldati centinaia di anni fa mangiavano l’aglio per mantenersi forti, sani e lucidi in battaglia. Leo è un soldato, e mangiando quelle caramelle è come lo avessi fatto tornare alle sue origini. Gli ho detto anche di alitare in faccia a Gervinho e Totti... La cosa più importante è stato il raggiungimento dell’obiettivo: la vittoria». - I complimenti sono durati poco: «Mi sono arrabbiato subito con Leo - ha aggiunto il motivatore - non voglio sentirgli parlare di rete più importante della carriera come ha fatto nel post gara. Deve stare sul pezzo: il gol più importante sarà il prossimo e sarà sempre così. Obiettivi nuovi? Dimenticare la Roma, essere più consapevoli della propria forza e avere più fame di ieri».

...solo una parola a commento: PIETA'

 

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom