Pillole di saggezza

Citofonare Destro

condividi su facebook condividi su twitter 28-01-2015

| | Commenti →
Citofonare Destro

L’AD del Milan che si sposta in treno (e non come faceva in passato, quando si muoveva con uno degli aerei privati della flotta aerea del patron di Mediaset)  per venire ad incontrare il bomber marchigiano della AS Roma, Mattia Destro (ovviamente con il permesso della società giallorossa) fa pensare molto !!! La scenetta che vede protagonista il braccio destro di Berlusconi, mentre prova a cercare il Citofono della casa al Torrino (Roma Eur) di Destro, ha già fatto il giro di “Social Network”.

Ma non fatevi ingannare, fa tutto parte di un copione, la parte di un film che vede come protagonista un manager come Galliani che sa interpretare benissimo le regole della “spending review”. Di un manager, che per oltre 25 anni ha sempre indossato la sua mitica cravatta gialla, come se fosse la sua icona trash, utile a nascondere la sua personalità, che cela altro, ovvero quella di un professionista senza scrupoli che sa bene come funzionano le regole del calcio, far ridere per spostare il “focus” su quelli che sono i suoi reali obbiettivi. In questo caso, di portarsi a Milano il “si”di un giocatore che fino all’incontro di quest’estate in Versilia, quando nel famoso pranzo con Walter Sabatini, vennero gettate le basi per la cessione di Mattia al Milan, valeva una cifra di circa  18/20 milioni di Euro. Galliani fa apparire al mondo intero di essere un “ministro” senza portafoglio, ma intanto è lì in prima persona e senza intermediari per chiudere il colpo, utile alla società che rappresenta, a cifre decisamente più basse di quelle estive, oltretutto inserendo la  clausola del riscatto, ma senza obbligo.

Chi è il genio? 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom