Red Carpet

Auguri per il non compleanno, Capitano

condividi su facebook condividi su twitter 29-09-2016

| | Commenti →
Auguri per il non compleanno, Capitano

PIERO TORRI -Auguri, Capitano. Auguri per il non compleanno. Troppo banali e scontati quelli per le quaranta candeline su cui soffiare e di cui ha parlato tutto il mondo. Meglio festeggiare il non compleanno, almeno io lo preferisco. Se non altro perché di giorni così ce ne sono trecentosessantaquattro l'anno, una festa continua, sperando di trovare altrettanti castelli in cui celebrare la tua leggenda, caro Francesco Totti, magari non sempre in smoking. Aveva ragione il bianconiglio a consigliare Alice nel paese delle meraviglie a lasciar perdere il compleanno. Vuoi mettere i vantaggi del non compleanno? A cominciare dal fatto di non dover ascoltare celebrazioni ipocrite e fuori luogo, soprattutto fatte da personaggi che per lungo tempo non hanno fatto altro che infangare le qualità umane e calcistiche del capitano della Roma. Ora, invece, tutti lì a celebrarlo, quasi che per venticinque stagioni abbiano fatto la cura del sonno e non si siano accorti di nulla, classici cialtroni e opportunisti, capaci di vendersi per un etto di mortadella.

Confesso, la celebrazione mi è sembrata fin troppo celebrazione. Non tanto da parte di campioni a tutte le latitudini che mi hanno fatto scoprire quanto fosse planetario il nostro raccordo anulare. Neppure, ci mancherebbe, da parte dei tuoi tifosi, caro Francesco, quelli che non ti hanno mai abbandonato e che probabilmente sono stati uno dei motivi principali per cui ti sei messo quella maglia giallorossa addosso e non te la sei più tolta. Semmai l'eccessiva celebrazione che mi ha infastidito è stata quella di chi, per esempio, in passato ha detto che Zarate era più forte di te, o, anche, che Cassano in una partita con la Nazionale aveva fatto più di te in tutte le partite che hai giocato con la nostra Nazionale con cui hai vinto,da protagonista, un campionato del mondo. Eppure basterebbe avere un po' di memoria perché questi signori dell'incoerenza fossero scoperti e inchiodati alla loro realtà di piccoli uomini (altro che Luciano Spalletti). Lo avete offeso in tutte le maniere e ora, vigliacchi che non siete altri, lo celebrate?

Che, poi, non è certo un errore. Perché qui stiamo festeggiando il primo dei trecentosessantaquattro giorni di non compleanno del più forte calciatore della Roma e del calcio italiano. Un fuoriclasse che oltre a gol, giocate, assist, cucchiai, invenzioni, ha regalato a tutti noi una continuità di rendimento a straordinari livelli che nessun altro calciatore al mondo ha avuto per venticinque anni. Totti è stato ed è una magia, un po' come quella che si respira leggendo Alice nel paese delle meraviglie. Chi lo ha scoperto solo oggi è colpevole di stupidità e malafede, si può essere assolti per la stupidità, mai per la malafede che fa rima con disonestà.

E' stata ed è una storia meravigliosa quella di Francesco Totti, Roma e la sua Roma. Non c'è mai stato nessuno capace di regalarsi e regalarci una passione reciproca così intensa, vera, genuina, trasformando il suo essere campione in uno spirito di identificazione con la sua gente che non ha precedenti e che non ci sarà mai più a qualsiasi latitudine

Ed è questa la sua magia più straordinaria. Anche per questo, anzi soprattutto per questo, auguri di non compleanno, Capitano.

Fonte: A cura di Piero Torri

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom