Romaeconomy

Dopo il derby la Roma vola anche in borsa: +2,26%

condividi su facebook condividi su twitter 04-04-2016

| | Commenti →
Dopo il derby la Roma vola anche in borsa: +2,26%

Calcioefinanza.it – Il derby della Capitale si sposta in Piazza Affari a Milano. La Roma, dopo aver ben battuto la Lazio all’Olimpico per 4 a 1, vince anche in Borsa: il titolo dei giallorossi ha chiuso la seduta odierna con un rialzo del 2,26% (a 0,443 euro); le azioni della società di Claudio Lotito hanno chiuso invece in flessione del 2,26% (0,42 euro). La giornata finanziaria del calcio – la Juventus (+0,78 a fine giornata) è la sola altra quotata della Serie A – è stata segnata dagli aumenti della Roma che ha aperto a +1,72% per poi crescere fino a Mezzogiorno superando il +3%. La Lazio ha fatto il percorso inverso: ha aperto a -3,42% (a 0,415) e nel corso delle ore ha ridotto il negativo fino al 2,26% delle 12.

A pesare sugli scambi azionari il differente clima sportivo del post-derby. Oltre alla vittoria nella stracittadina, la Roma ieri pomeriggio ha dato una bella scossa alla sua classifica approfittando al meglio dei risultati per niente positivi delle dirette concorrenti per la qualificazione in Champions League: il Napoli ha perso a Udine 3 a 1; la Fiorentina ha pareggiato al Franchi con la Sampdoria; l’Inter è stata battuta a San Siro dal Torino per 1 a 2. La Roma, rigenerata dalla cura-Spalletti e a +7 dalla quarta in classifica,non ha solo ipotecato la qualificazione alla prossima Champions League, ma ha anche aperto più di uno spiraglio verso la conquista del secondo posto in campionato che significherebbe qualificazione diretta e soldi sicuri da spendere in estate. Subito dietro la Juventus, infatti, c’è il Napoli: i partenopei sono ora distanti appena 4 punti e saranno ospiti all’Olimpico lunedì 25 aprile quando è in programma il big-match Roma-Napoli.

Clima differente in casa laziale. I calciatori biancocelesti hanno pagato la pesante sconfitta nel derby con un ritiro che sa molto di punizione; l’allenatore Stefano Pioli è stato esonerato e al suo posto è stato promosso il tecnico della primavera, l’ex calciatore Simone Inzaghi. La sfida di ieri, poi, è stata un po’ il simbolo della stagione della Lazio che ha deluso tifosi e azionisti, a giudicare dalle performance in Borsa di stamattina. La squadra ha raccolto 42 punti, è ottava, ma è molto più vicina al Chievo (nono a 41 punti) che al Sassuolo (settimo a 48 lunghezze). L’anno prossimo, insomma, la Lazio in Europa non ci sarà: nessuna trasferta e nessuna risorsa economica extra da spendere.

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom