Scout Inside

Dai nightclub polacchi al sogno Europeo: Kapustka fa ardere di desiderio Sabatini (Video)

condividi su facebook condividi su twitter 15-06-2016

| | Commenti →
Dai nightclub polacchi al sogno Europeo: Kapustka fa ardere di desiderio Sabatini (Video)

"Credo che nei prossimi anni sentiremo parlare molto di Kapustka, E' un favoloso talento 19enne". Se ne accorto anche Gary Lineker: è nata una nuova stella. Ma non da poco tempo. L'Europeo è solamente il palcoscenico di caratura che lo ha messo davanti alle luci della ribalta, ma il suo percorso di crescita e maturazione era già sotto gli occhi degli addetti ai lavori. Bartosz Kapustka, a soli 19 anni, è entrato con prepotenza nella Nazionale maggiore polacca e ha intenzione di restarci per molto tempo. Il giocatore polacco si è reso protagonista di un'ottima prestazione nella vittoria per 1-0 contro l'Irlanda del Nord, coincisa fortuitamente con la prima vittoria della Polonia all'Europeo. Un record che augura a questa squadra emergente di fare bene l'edizione francese di questa rassegna, volgendo uno sguardo speranzoso verso una generazione d'oro polacca che manca dai fasti degli anni '80.

ALA MA NON SOLO - Kapustka è un'ala sinistra, classe '96, del club di Cracovia (58 presenze all'attivo), militante nella massima serie nazionale. Gli altri ruoli che può ricoprire sono trequartista e ala destra. Il giovane polacco è un vero e proprio gioiello. Qualità tecnica sopraffina, fisico non esile anche se ancora da sviluppare, innate doti di velocità e progressione. Kapustka, nonostante sia un'ala, ama molto accentarsi e svariare sull'intera trequarti. Un punto di forza non di poco conto, che rende il talento del Cracovia imprevedibile e senza punti di riferimento. Buone qualità di palleggio e da assistman, mentre deve ancora migliorare nella fase realizzativa, in cui per ora il suo score è basso. Una qualità facilmente migliorabile, a 19 anni, grazie a buona volontà e ad un allenatore capace di insegnarli a come sfondare la porta. Nel match contro l'Irlanda del Nord ha giocato titolare, rimpiazzando l'ala di ruolo Kamil Grosicki. Beh, può sicuramente dirsi una scelta più che azzeccata. Kapustka è stata una spina nel fianco per gli avversari britannici. La giovane ala ha rotto la linea difensiva rivale a forza di accelerazioni e cambi passo. Certo è che la sua forza deve ancora misurarsi con avversari più forti. Ecco perché le sfide contro Germania e Ucraina saranno banchi di prova importanti.

DAL NIGHTCLUB  ALLA FRANCIA - Volete sapere il retroscena più "succoso" dietro a tutto questo? Kapustka non doveva neanche mettere piede in Francia per l'Europeo. Il motivo va ricercato in una balorda serata in un nightclub polacco, dove pochi mesi fa Kapustka venne coinvolto in una rissa, rimanendo persino ferito durante il combattimento da strada. Una notizia come questa, che per un Balotelli qualunque è all'ordine del giorno, avrebbe potuto minare radicalmente i sogni del primo Europeo di un ragazzo di 19 anni, che aveva già raggiunto in pianta più o meno stabile la Nazionale. Per fortuna, arrivò il perdono del ct Nawalka, dopo le umili scuse del giocatore. "Ora ci penso almeno tre volte prima di fare qualcosa" ha dichiarato sincero Kapustka: "Questa è una lezione che mi è servita. Non è stato un periodo facile per me, ma fortunatamente ora è alle spalle. Ora penso solamente a quello che posso mostrare in campo".  

MERCATO - Nightclub alle spalle, ora Kapustka guarda al futuro, anche oltre l'Europeo. Il polacco ha attirato su di se le attenzioni di molti club continentali. Il Galatasaray lo aveva già cercato a gennaio, ma ora ci sono squadre di Serie A, Premier e Bundesliga che lo vogliono fortemente. "Non so ancora se andrò via dal Cracovia. Parlerò con la società, nessuno ha deciso ancora" ha detto dubbioso Kapustka. Le parole del presidente del club polacco, Filipiak, vanno più sul sicuro: "Le voci di un suo trasferimento non sono qualcosa che mi tengono sveglio la notte. Se un club ci offrisse 2 milioni, io avvertirei Kapustka di essere contrario alla sua cessione. Accettare un'offerta del genere vorrebbe dire che siamo un club debole e che lui può fare di meglio". Significato: lasciate perdere gli spicci. Kapustka vale qualche milionicino in più e con l'Europeo la sua quotazione potrebbe salire sensibilmente.

Anche la Roma è sulle sue tracce. Walter Sabatini ha un ardore focoso per i giocatori giovani e di talento, sopratutto per quelli proveniente dal misterioso Est. Kapustka è uno di questi. I giallorossi, magari con l'aiuto del connazionale Szczesny, possono portarlo a Trigoria se piazzassero l'offerta giusta: 8 milioni di euro, se l'asta non si impenna. Il problema infatti è che Kapustka ne vale molti più. Speriamo che non se accorgano in molti.


Fonte: EDUARDO BARONE - INSIDEROMA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom