Teste di Calcio

James, posa quella scimitarra. Vacanze romane per il Bate

condividi su facebook condividi su twitter 03-12-2015

| | Commenti →
James, posa quella scimitarra. Vacanze romane per il Bate

TESTE DI CALCIO – Avviso ai naviganti: tutto quello che è scritto qui è frutto dell'incoscienza di una rubrica priva di freni inibitori. Non prendere il tutto troppo seriamente (e, perchè no, distendi la bocca in un sorriso).

Dieci reti subite in tre partite tra Bologna, Barcellona e Atalanta, l'ennesima figuraccia europea stavolta rimediata al Camp Nou, la perdita di punti preziosi per la rincorsa Scudetto e tutto questo senza lo straccio di gioco. Per farla breve, la scorsa settimana è stata molto positiva per la Roma!

LA CONIGLIERA - A Trigoria  non si respira di certo un bel clima ultimamente. La tensione si taglia con il coltello. Anzi con una carota. Il carotaggio per il nuovo stadio stavolta non c'entra niente. I tifosi per protesta si sono presentati al Bernardini con cesti ricolmi di carote e uno striscione eloquente: "Buon appetito conigli!". Si nota chiaramente che i giocatori giallorossi sono rinomati tra i tifosi  per la loro sagacia e grinta. Anche l'ambiente nello spogliatoio è incandescente. La casa del Grande Fratello in confronto è una comunità New Age.

 

(Foto esclusiva: riunione tecnica in quel di Trigoria per il gruppo di Garcia. I giocatori giallorossi sono riuniti in cerchio analizzando i problemi difensivi della squadra)

SPADA DI DAMOCLE - La Roma si sta preparando ad un ciclo infernale di incontri: sabato a Torino, mercoledì all'Olimpico con il Bate Borisov dove in palio ci sono gli ottavi, subito dopo il Napoli. In tutto questo finalmente il nostro Godot Pallotta sarà a Roma. "Ma non verrà qui per tagliare teste" ha chiosato la scorsa settimana Sabatini. Meno male, anche perché di gente che vuole venire nella Capitale per tagliare teste o gole ce n'è fin troppa in questo momento (ogni riferimento ai jihadisti dell'Isis è puramente casuale). Caro Pallotta, posa quindi quella minacciosa sciabola. Sappiamo che tu, come molti, dopo le sei tortillas catalane e le due polente bergamasche ti si è gonfiata la vena come un arancino,  a mo' di De Rossi versione derby. Bisogna mantenere il temperamento ora. Anche quando Garcia dice che la sconfitta al Camp Nou non inciderà affatto sulle prestazioni futura e poi perde in casa 2-0 contro l'Atalanta. Conta fino a dieci, James. Vedrai che ti passerà.

IL BATE IN VESPA - Intanto a Roma è già arrivato il Bate Borisov. Ma come, con una settimana d'anticipo? Proprio così. La squadra bielorussa si è già accomodata in pantofole nel proprio hotel capitolino. Delle vere e proprie vacanze romane, roba che Gregory Peck e la Hepburn gli fanno un baffo. Per il Bate è il contrario della nostra settimana bianca. Di neve in Bielorussia ne hanno fin troppa, ecco perché hanno deciso di evadere dalle fredde steppe un tempo sovietiche per calarsi nella caotica e coatta atmosfera di Roma, città tranquilla quanto Sgarbi dopo che lo accusi che di politica non ci capisce una mazza.  

Fonte: Eduardo Barone per Insideroma

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom