Teste di Calcio

Meglio Uomini e Donne dei tormentoni sulla Nazionale. Lo Stadio della Roma si farà con la stampante 3D

condividi su facebook condividi su twitter 16-10-2015

| | Commenti →
Meglio Uomini e Donne dei tormentoni sulla Nazionale. Lo Stadio della Roma si farà con la stampante 3D

Avviso ai naviganti: tutto quello che è scritto qui è frutto dell'incoscienza di una rubrica priva di freni inibitori. Non prendere il tutto troppo seriamente (e, perchè no, distendi la bocca in un sorriso).

Si è concluso per l'Italia il capitolo qualificazione ad Euro2016. Le vittorie finali contro Azerbaigian e Norvegia non solo hanno portato l'accesso diretto agli Europei della prossima estate, ma hanno anche ringalluzzito la considerazione della Nazionale, che fino ad una settimana fa era più screditata di un pentito tra un clan di camorristi. In questi giorni sono nate due questioni sugli Azzurri che hanno riempito d'inchiostro i giornali sportivi. La prima riguarda il "Verratti è il nuovo Pirlo" che ha suscitato le patriottiche esortazioni del tipo "Riportiamolo in Italia!", come se la Francia ce l'avesse rubato come la Gioconda e non perché quattro anni fa nessun club italiano voleva cacciare una lira per lui, preferendogli piuttosto i soliti scarti presi dall'estero. L'altra questione è "Antonio Conte rinnova o no?" e ci rimbomberà nell'orecchie così tanto nei prossimi mesi che piuttosto preferireste vedere tutto d'un fiato il dvd con la raccolta delle puntate dell'intera stagione di Uomini e Donne.

Finite le Nazionali è però tempo di tornare a pensare alla Serie A e alla Roma. Domani c'è l'Empoli. Se si vuole procedere a gonfie vele non si possono avere intoppi. In pratica ai giallorossi servono tre punti per raggiungere il vertice come alla segreteria romana del Pd gli scontrini delle cene di Marino per lasciarlo a spasso.

A proposito di questo. Nella Capitale è difficile far funzionare le cose. Lo sa bene Ignazio Marino, fresco di dimissioni da sindaco di Roma. Marino sarà ricordato come il sindaco sopravissuto allo scandalo Mafia Capitale ma inciampato su un paio di scontrini delle sue cene. "Diamine Ignazio, almeno le cene che facevo io erano "eleganti", mica all'osteria!" avrebbe commentato in privato Silvio Berlusconi, esperto in materia.

Con la dipartita di Marino, poi, qualcuno ha ipotizzato uno stop anche del progetto per il nuovo stadio della Roma. I vari sostenitori politici del progetto hanno rassicurato:"Tutto rimarrà come prima". Forse però la paura è proprio questa, che tutto rimanga come al solito: un caos. Se con il Giubileo alle porte  anche sistemare una buca per strada diventa un lavoro interminabile,  che in confronto gli antichi egizi le piramidi le hanno costruite in un minuto con la stampante 3D, come si può aver fiducia che a Roma si faccia uno stadio, vari parcheggi, un centro commerciale, due grattacieli e il prolungamento della metro?

"Cari egizi, vi serve ancora quella stampante 3D!?". 

Fonte: A cura di Eduardo Barone

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom