Teste di Calcio

Paese che vai, biscotto che trovi. Gervinho e Nainggolan denunciati dopo il derby

condividi su facebook condividi su twitter 13-11-2015

| | Commenti →
Paese che vai, biscotto che trovi. Gervinho e Nainggolan denunciati dopo il derby

TESTE DI CALCIO – Avviso ai naviganti: tutto quello che è scritto qui è frutto dell'incoscienza di una rubrica priva di freni inibitori. Non prendere il tutto troppo seriamente (e, perchè no, distendi la bocca in un sorriso).

Biscotti, scandali, derby, polemiche...le vicende sportive dell'ultima settimana hanno fatto discutere più degli scontrini dell'ormai ex sindaco Marino.

Valentino Rossi ha perso il titolo mondiale che è andato a Jorge Lorenzo, con la amichevole partecipazione di Marc Marquez. Due giorni fa è scoppiato anche il caso doping di stato degli atleti russi. La Wada ha lanciato l'accusa stanando un sistema di corruzione che distruggeva prove e minacciava atleti. E così nella grande Madre Russia dell'autoritario bellimbusto Vladimir Putin i forti e bravi sportivi russi venivano pompati, gonfiati e addirittura geneticamente modificati come delle banane Ogm qualunque al motto di "E' l'atletica di Mosca, bellezza". Roba che Maria De Filippi in confronto ad alcune atlete russe, con baffi e rigonfiamenti inquietanti sotto la cintola, è il simbolo della femminilità e della sensualità nel mondo.  Lo scandalo invece non dovrebbero riguardare il calcio. La Nazionale russa, infatti, ha fatto così schifo negli ultimi anni che se la squadra fosse stata dopata ci sarebbe stato da denunciare il medico dopante per gli scarsi risultati ottenuti.

 

(Nella foto: Maria De Filippi si mostra felicissima di sposare un bell'uomo come Maurizio Costanzo)

Insomma, ultimamente c'è l'impressione che qualsiasi organizzazione, fino ai livelli internazionali, sia truccata. Dalla Fifa di Blatter all'Uefa di Platini, straripando anche nei motori truccati Volkswagen delle auto comuni. Noi sicuramente non ci teniamo stretta la strana coppia Tavecchio-Lotito ma forse è meglio fare dichiarazioni improponibili che architettare sistemi di corruzione e malaffare che farebbero impallidire persino il Padrino dalla fattezze di Marlon Brando.

Altra fonte di chiacchiere è stata il derby della Capitale. Roma-Lazio 2-0 e tutti a casa. Ma il punto nevralgico delle discussioni non è l'arbitraggio di Tagliavento ma le due denuncie arrivate a due giocatori giallorossi. Sì, questo è uno scoop che vi diamo in esclusiva. Si tratta di Gervinho, che è stato citato per circonvenzione di incapace ai danni del biancoceleste Mauricio. L'ivoriano gli ha fatto completamente girare la testa con le sue progressioni micidiali. Il povero Mauricio, considerato a tutti gli effetti dal diritto come incapace (di giocare a pallone), non ci ha capito più niente e ha iniziato a muoversi e smanacciare affannosamente cercando di acciuffare la freccia nera. Invano. Ma le denuncie ai danni della Roma non finiscono qui. Un'altra citazione in giudizio ai danni di Nainggolan per maltrattamento del pallone da calcio. L'ala giallorossa ha infatti strapazzato l'oggetto sferico, entrando rudemente in scivolata su di lui e scaraventandolo con forza per aria (assist che ha permesso di far involare Gervinho in porta per il secondo gol).

Grazie a questa vittoria, la Roma continua a restare attaccata a Inter e Fiorentina prime in classifica. Curioso caso quello dei nerazzurri di Mancini. 1-0, 0-1 in trasferta, i risultati della squadra milanese sono come il sistema binario di lettura del computer. L'Inter segna poco, subisce pochi gol, fa pochi falli secondo le statistiche; insomma in campo fa poco e niente. E allora come è possibile che sia in testa al campionato? Se si esclude il fattore C...rimangono solo due possibilità: che ci sia il mistero dei Templari dietro oppure quello degli Ufo. Un mistero che solo Voyager può svelare. Speriamo che Roberto Giacobbo ci legga.

 

Fonte: Eduardo Barone per Insideroma

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom