Teste di Calcio

Scappate, scappate le banalità son tornate. Florenzi lava pure i piedi alla nonna, Ranieri è più Sor che Sir

condividi su facebook condividi su twitter 11-02-2016

| | Commenti →
Scappate, scappate le banalità son tornate. Florenzi lava pure i piedi alla nonna, Ranieri è più Sor che Sir

TESTE DI CALCIO - Avviso ai naviganti: tutto quello che è scritto qui è frutto dell'incoscienza di una rubrica priva di freni inibitori. Non prendere il tutto troppo seriamente (e, perchè no, distendi la bocca in un sorriso).

E' arrivata. Più forte che mai. Un'altra volta. Un'ennesima volta. E' inevitabile. Sapete bene di cosa sto parlando. No, non è l'ultima edizione di Sanremo (oddio...anche quella in realtà). E' la settimana prima di un big match in Italia. E' la settimana che in confronto le feste natalizie con i parenti è una passeggiata tranquilla a portare a spasso il cane al parco. Stavolta il giro di valzer si balla con Juventus-Napoli e non finiranno di romperci i cojones se non al momento del fischio d'inizio di questo santo agone.

Tv, internet e giornali. Tutto è infestato da servizi su "Sembra una sfida degli anni '80!" o post del tipo "Higuain come Maradona e Pogba come Platini" per non tacere delle prime pagine del lignaggio di "Con questa sfida il calcio italiano si risolleva". Piovono banalità come goccioloni di pioggia all'equatore, liste di statistiche buone solo per avvolgerci il merluzzo, dichiarazioni di lontani ex delle due squadre scongelati a posta per l'occasione come delle pizze surgelate. Spegnere tutto non servirà a nulla. Ci daranno la caccia.

LUCKY LUCIANO E TUTTOFARE FLORENZI - In casa Roma invece le cose vanno meglio. La dea del trionfo Nike, insieme a quella bendata e fortunata, sono tornate a sorridere alla banda giallorossa. La gioia di tutti a Trigoria si riflette sulla pelata di Lucianone Spalletti.  Un altro dei protagonisti della vittoria sulla Sampdoria, è stato "il piccolo" Florenzi. L'abile jolly giallorosso è stato schierato a inizio match in un nuovo ruolo: il trequartista alla Perrotta. Florenzi ha ormai ricoperto tutte le posizioni possibili e immaginabili sul campo. Si vocifera pure che serva al bar di Trigoria cappuccio e cornetto ai compagni, sciacqui i piedi alla nonna e riaccompagni Nainggolan a casa dopo una serata bagorda dopo le partite.

YES, SIR - In Oltremanica invece c'è una figura che sta facendo impazzire tutti. E' Sir Claudio Ranieri che con la Leicester-mania ha conquistato l'attenzione dell'opinione pubblica britannica. Ma in verità l'allenatore delle Foxes, nato a San Saba ma cresciuto nella macelleria di famiglia a Testaccio, è molto più Sor che Sir Claudio. Qualche giorno fa, come hanno riportato i media inglesi, ha risposto ad un messaggio di in bocca al lupo con un semplice e conciso "Crepi l'aquila". Sarà pure nella fredda Albione, ma il tecnico romano la notte sogna ancora di essere a Trigoria ad allenare Julio Sergio.

UNA BARRIERA E' PER SEMPRE? - Capitolo tifosi. Giorni fa c'è stato l'incontro a Palazzo Valentini tra la Roma, Sor Lotito, Prefetto e Questore per tentare di risolvere la questione Olimpico e relative curve. Il risultato? Nessuno, non è successo niente. A parte un comunicato molto democristiano e "paraculo" che dà una botta al cerchio e una alla botte. Tornando all'Inghilterra... i tifosi del Liverpool lo scorso weekend hanno protestano, abbandonando lo stadio al 77', contro l'aumento dei prezzi dei biglietti. Il risultato? Il Liverpool ieri scritto il seguente comunicato: "Ci scusiamo con i tifosi. Non è vero che siamo avidi e che non ci preoccupiamo dei nostri tifosi, anzi è vero il contrario. Il messaggio è stato ricevuto e dopo un periodo di consultazione abbiamo deciso di congelare il nostro fatturato su biglietti, che rimarrà uguale a quello dell'attuale stagione". Una lezione che vale per tutti. Istituzioni, società e tifosi...

Fonte: Eduardo Barone per Insideroma.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom