Giocatore

16

Daniele
De Rossi

Biografia

Daniele De Rossi (Roma, 24 luglio 1983) è un calciatore italiano, centrocampista della Roma e dellaNazionale italiana, con la quale si è laureato campione del mondo nel 2006 e vice campione d'Europanel 2012.

Nel 2009 è stato nominato migliore calciatore italiano dall'Associazione Italiana Calciatori.

Figlio d'arte, suo padre Alberto è allenatore della Roma Primavera ed ex calciatore di Serie C.

Ha una figlia, Gaia, nata il 16 luglio 2005. Il 18 maggio 2006 si è sposato con Tamara Pisnoli, dalla quale si è separato nel 2009. Dal 2011 è fidanzato con l'attrice Sarah Felberbaum.

È stato soprannominato, dai tifosi giallorossi prima e dalla stampa dopo, Capitan Futuro, alludendo alle reali possibilità di succedere all'attuale capitano Francesco Totti.

Caratteristiche tecniche 

Centrocampista mediano, possiede un gran tiro da fuori area e un buono stacco di testa. Fa del temperamento e della carica agonistica le sue doti migliori. È in grado di spezzare il gioco avversario con intelligenza tattica e decisi tackles, facendo ripartire in questo modo la squadra e dimostrando buone capacità di impostazione.  È un regista completo, specializzato nel lancio lungo e in grado di dare i tempi alla squadra, tanto da essere considerato uno dei migliori centrocampisti d'Europa. Lo stesso ex commissario tecnico della Nazionale italiana Marcello Lippi, in seguito ad una grande prova del romano contro laGeorgia nelle qualificazioni ai mondiali del 2010, lo elogiò definendolo uno dei migliori al mondo al pari degli inglesi Lampard e Gerrard. Nella stagione2011-2012, ha spesso ricoperto il ruolo di difensore centrale, sia per la Roma che per la Nazionale.

Dagli esordi alla Serie A 

Nato ad Ostia, frazione marina di Roma, e romanista sin da bambino, De Rossi inizia a giocare ben presto nel settore giovanile dell'Ostiamare, quindi passa alla Associazione Sportiva Roma, della quale il padre Alberto è l'allenatore della squadra Primavera.

Già convocato in prima squadra nella stagione 2000-2001,  nel 2001-2002 l'allenatore Fabio Capello lo fa esordire tra i professionisti il 30 ottobre 2001, a 18 anni, facendolo entrare al posto di Tomić nel secondo tempo della partita di Champions League Roma-Anderlecht (1-1). Nella sua stagione di esordio viene impiegato anche in 3 gare di Coppa Italia.

La stagione successiva, il 25 gennaio 2003, a 19 anni esordisce in Serie A nella partita Como-Roma (2-0). Il 10 maggio viene schierato da titolare per la prima volta e realizza il suo primo gol in A nella partita casalinga contro il Torino (3-1). Il 24 maggio realizza anche il suo secondo gol stagionale nell'ultima partita di campionato persa per 1-2 contro l'Atalanta allo stadio Olimpico.

L'affermazione 

« Ho un solo rimpianto, quello di poter donare alla Roma una sola carriera. »

Nella stagione 2003-2004 totalizza 17 presenze in campionato e 6 in Coppa UEFA. Diventa anche titolare in Nazionale Under-21, con la quale a fine stagione vince il titolo europeo.

Nel 2004-2005, a 21 anni diventa titolare nella Roma, e ad inizio stagione esordisce in Nazionale maggiore. Nella stagione seguente, con Spalletti allenatore, De Rossi torna ad essere un leader della squadra, tanto da meritarsi per la prima volta la fascia di capitano, il 15 marzo 2006 nella partita di Coppa UEFA contro il Middlesbrough. Quattro giorni dopo, il 19 marzo, durante la partita Roma-Messina, De Rossi segna un gol di testa sfiorando la palla con la mano. L'arbitro convalida il gol, ma il giocatore con fairplay ammette l'irregolarità e la rete viene annullata.

Nella stagione 2006-2007 ottiene la definitiva affermazione a livello internazionale. Il 17 maggio 2007 vince la sua prima Coppa Italia allo stadio San Siro contro l'Inter.

Il 19 agosto 2007 allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, segna al 78', su rigore, la rete che consegna la Supercoppa italiana ai giallorossi: l'Inter campione d'Italia è battuta in casa 1-0. Nella stagione 2007-2008, con le forzate assenze per infortunio del capitano Francesco Totti, De Rossi diventa il primo rigorista della squadra, segnando penalty con Catania e Genoa, pur fallendo a San Siro contro il Milan con un "cucchiaio" impreciso. Il 9 aprile 2008, durante i quarti di finale di Champions League di ritorno all'Old Trafford, calcia alto un rigore sullo 0-0. La Roma perderà la gara contro il Manchester United per 1-0 e non si qualificherà alla semifinale. In questa occasione De Rossi disse: "Questo è l'episodio più brutto della mia carriera". Il 24 maggio 2008vince la sua seconda Coppa Italia allo stadio Olimpico ancora contro l'Inter. Il 30 giugno prolunga il suo contratto con la società fino al 2012 con un compenso a partire da 7,2 milioni di euro lordi a stagione, rifiutando offerte da Milan, Manchester United eReal Madrid.  Segna il suo primo gol in un derby l'11 aprile 2009 in un Lazio-Roma terminato 4-2. 

Il 13 settembre 2009, durante un Siena-Roma terminato 1-2 i sostenitori senesi intonano cori offensivi nei suo confronti, prendendosi gioco anche del suocero, Massimo Pisnoli, ucciso l'anno precedente. Il giocatore cerca di avvicinarsi alla curva dei tifosi avversari ma viene calmato dall'abbraccio dei suoi compagni di squadra. Il 18 gennaio 2010 vince il suo secondo oscar del calcio: viene elettoMigliore calciatore italiano AIC 2009, battuto per il titolo assoluto da Zlatan Ibrahimović. Decide il match contro il Catania, con un tiro dal limite dell'area, consentendo alla Roma di passare il turno di Coppa Italia. Il 27 marzo 2010 segna il primo gol in Roma-Inter (2-1).

Il 23 novembre 2010 nella partita casalinga di Champions League contro il Bayern Monaco segna il gol del momentaneo 2-2 contro i tedeschi, partita poi terminata con il successo dei giallorossi per 3-2. Il 4 febbraio 2011 viene eletto miglior atleta italiano dell'anno 2010 assieme alla nuotatrice Federica Pellegrini dall'Associazione Stampa Estera in Italia. Il 23 febbraio 2011 nella partita di recupero contro il Bologna, segna il gol decisivo dell'1-0 che permette ai giallorossi di espugnare il Dall'Ara.

Il 6 febbraio 2012 prolunga il suo contratto con la società fino al 30 giugno 2017. Il contratto prevede un quinquennale con un compenso lordo di 10 milioni di euro per ogni anno di durata del contratto.

Nazionale 

Under-21 e Olimpiadi

De Rossi ha collezionato diverse presenze nella Nazionale Under-21, con la quale ha vinto da titolare gli Europei Under-21 del 2004. Nello stesso anno ha vinto la medaglia di bronzo ai Giochi di Atene con la Nazionale Olimpica.

L'era Lippi e il Mondiale 2006 

Il 4 settembre 2004, a 21 anni, esordisce in Nazionale maggiore nella partita Italia-Norvegia (2-1), disputata allo Stadio Renzo Barbera di Palermo e valida per le qualificazioni al Mondiale 2006: nella sua partita di esordio realizza anche il suo primo gol in Nazionale. Il ct Marcello Lippi lo impiega subito con continuità. Il30 marzo 2005 indossa per la prima volta la fascia di capitano, nel secondo tempo della partita amichevole Italia-Islanda (0-0), giocata a Padova.

Nel maggio del 2006 viene convocato per il campionato mondiale in Germania. Parte come titolare, ma durante la partita contro gli Stati Uniti del 17 giugnoviene espulso, al 26' minuto del primo tempo, per aver inferto una gomitata durante un contrasto aereo al giocatore Brian McBride, ferendolo al volto. La scorrettezza gli costa 4 giornate di squalifica. Torna a disposizione del commissario tecnico in occasione della finale del 9 luglio 2006 contro la Francia, subentrando nella ripresa a Francesco Totti. È quella la gara che sancisce il trionfo dell'Italia, e De Rossi realizza tra l'altro il terzo dei cinque rigori della serie finale.

L'era Donadoni

Dopo il Mondiale, Roberto Donadoni è il nuovo commissario tecnico; dopo il ritiro di Totti, inoltre, la maglia numero 10 viene affidata a De Rossi, che in questo nuovo ciclo diventa titolare a centrocampo. Il 17 ottobre 2007, a 24 anni, indossa la fascia di capitano dal 1º minuto nella partita amichevole Italia-Sud Africa (2-0) giocata a Siena.

Prende parte all'Europeo 2008, dove non viene schierato nella prima gara del girone, la pesante sconfitta per 3-0 contro l'Olanda. Conquista un posto da titolare nei due successivi incontri che porteranno l'Italia ai quarti di finale: nel secondo, vinto per 2-0 sulla Francia, sigla il secondo gol su punizione, complice una decisiva deviazione di Thierry Henry e viene nominato man of the match dall'UEFA . Nei quarti di finale contro la Spagna non trasforma il secondo dei calci di rigore maturati dopo i supplementari; errore che, sommato al successivo di Antonio Di Natale, determina l'eliminazione dell'Italia dagli Europei.

Il Lippi bis

Il 10 settembre 2008, mette a segno la sua prima doppietta con la maglia azzurra contro la Georgia, in una partita valida per le qualificazioni ai Mondiali 2010, dedicando i gol al suocero, ucciso poche settimane prima per un regolamento di conti interno alla malavita capitolina. Viene poi convocato per la FIFA Confederations Cup 2009, dove ritrova ancora la maglia numero 10. Nella prima partita della competizione sigla il momentaneo 2-1 contro gli Stati Uniti e viene eletto man of the match; gli azzurri verranno eliminati comunque nella prima fase.

Viene poi selezionato dal ct Marcello Lippi per il Campionato mondiale 2010 in Sudafrica. Il 14 giugno è autore della rete del pareggio contro il Paraguay (1-1), nel primo incontro della fase finale.

L'era Prandelli

Il 10 agosto 2010, in assenza di Buffon e Pirlo, disputa da capitano la prima partita sotto la guida del nuovo CTCesare Prandelli, l'amichevole Italia-Costa d'Avorio (0-1) a Londra. Il 7 settembre successivo, in occasione dell'impegno di qualificazione per Euro 2012 contro le isole Fær Øer, mette a segno la sua decima rete in azzurro. Nelle prime due partite dell'Europeo 2012 viene impiegato come difensore centrale, ruolo già ricoperto in alcune occasioni durante la stagione con la sua squadra di club. Dalla terza partita riprende però il suo ruolo a centrocampo. La Nazionale si laurea vice-campione d'Europa perdendo per 4-0 la finale contro la Spagna, e De Rossi, autore di un ottimo torneo, viene inserito nella rosa ideale della competizione.

fonte wikipedia.org

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom