Breaking News

Francesca Brienza, da Tiki Taka alla vetta della classifica. Quello che le donne (non) dicono

condividi su facebook condividi su twitter Di: Francesca Ceci 29-10-2015 - Ore 13:15

|
Francesca Brienza, da Tiki Taka alla vetta della classifica. Quello che le donne (non) dicono

“Una donna deve fare ogni cosa due volte meglio di un uomo per essere giudicata brava la metà. Per fortuna non è difficile..." (C. Whitton)

Si dice che l'Italia non sia un paese per donne. Lo dicono i dati stando ai quali, ad esempio, a parità di titolo di studio e competenze una donna guadagna meno del collega uomo. Verrebbe da chiedersi: perchè?

Qualsiasi lavoro tu faccia, una donna sa che quando entrerà in una stanza per la prima volta, circondata da uomini, non le saranno risparmiate battutine o doppi sensi nè gli sguardi (non di tutti, guai a generalizzare) di chi continua a sentirsi, chissà poi per quale diritto divino, superiore.
Nemmeno il mondo del calcio fa eccezione. Anzi. Tipicamente considerato "roba da uomini", tanto che per molti l'unico modo di spiegare il fuorigioco ad una donna è questo: "Se ti lancio un paio di scarpe e tu nel momento in cui te le sto lanciando sei già oltre l'ultima cassa, l'allarme suona."
Come dire, pensate alle scarpe e allo shopping. Come dire, difficile che ti venga perdonato qualcosa.
Per questo, può capitare che quando una squadra si imbatte in una serie di risultati altalenanti, in questo caso la squadra è la Roma, inizi uno strano e anche un po' inspiegabile, tiro al bersaglio: chissà quale equazione matematica ha portato in questi mesi più di qualcuno a mettere sul banco degli imputati lei: Francesca Brienza. Tanto da farla addirittura diventare un "caso": il caso Brienza. Roba seria. 
Ma facciamo un passo indietro.

Francesca ha un passato da modella, prima di diventare conduttrice di Roma Tv, emittente in cui lavora da circa due anni. Nel 2006 partecipa a Miss Italia con la fascia di Miss Basilicata. Poi le esperienze nell’emittenza locale romana: Gold Tv, RomaUno e Radio Incontro, quindi l’approdo alla tv ufficiale giallorossa. Da quest’anno è ospite fissa del programma Mediaset Tiki-Taka, condotto da Pierluigi Pardo.

Dopo la sconfitta in Champions contro il Bate Borisov, ad un tifoso che la interrogava su un eventuale cambio in panchina citando  Ancelotti ha risposto così: “Avrebbe voglia di prendersi questa barca?”. Nulla di strano se a pronunciare questa frase fosse stato chiunque altro. Ma a parlare era lei, "la fidanzata di". Perciò apriti cielo. Dopo il pareggio col Verona aveva addirittura osare twittare «È vero che esiste l’hashtag #GarciaVattene ma ne esistono anche a favore come #GarciaResisti.
Una verità, ci perdonerà Francesca, anche piuttosto banale visto che in ogni situazione c'è sempre qualcuno pro e qualcuno contro. Però, ariapriti cielo. Tutti a scandalizzarsi. Ma poi, per cosa? Siccome è la "fidanzata di", non è concesso alla giornalista che esercita la sua professione di esprimere un parere, anche fosse sbagliato?

Francesca, come tante donne, è una che ci mette la faccia. Da quando lei e mister Garcia hanno deciso di uscire allo scoperto, sa benissimo di essere etichettata come "la fidanzata di " ma ci mette la sua faccia, pubblicamente, in uno studio televisivo. E non ha nulla da farsi perdonare. O forse si. Perchè, come se non bastasse quello di cui sopra, ci sono pure quelli che alle donne, spesso, non perdonano la bellezza stando all'assurdo clichè in base al quale se sei bella sei stupida. Invece no, pensate amici, esistono donne belle e preparate tanto quanto donne molto brutte e molto stupide. L'avreste mai detto? Proprio vero, non si finisce mai di stupirsi a questo mondo.

Ma, se ancora non bastasse, ci sono anche quelli che non ti perdonano l'amore, che addirittura lo fanno diventare una colpa. Anche lì, tutti pronti a dare sentenze. Sulle vite degli altri. Ma, guai, a farlo con le loro.
Succede, per esempio, a Ilaria D'Amico tutte le volte che sullo schermo compare il faccione di Gigi Buffon. E giù battute.
Ne sa qualcosa anche la bellissima collega spagnola Sara Carbonero, compagna di Iker Casillas. La giovane inviata di Telecinco era stata al centro delle discussioni addirittura accusata di distrarre la squadra impegnata in Sudafrica.

Cavolo, spero di non innamorarmi mai di un calciatore altrimenti sono guai.

Per carità, chi fa questo mestiere sa di essere un personaggio pubblico, sa pure di essere tanto privilegiato, sa anche che c'è giustamente un prezzo da pagare e il prezzo, non basso, è che anche i sentimenti, roba che di più privata non ce n'è, diventano pubblici. Per questo, lo scorso anno Rudi Garcia, aveva scelto di ufficializzare la relazione con un tweet che li ritraeva al Colosseo abbracciati: "Ah dimenticavo.. È la mia vita privata. Francesca ne fa parte e non da ieri".

Si dice che l'Italia non sia un paese per donne, forse anche perchè tra donne, spesso, non si fa squadra. C'è, invece, un termine inglese, che a me piace molto: Sisterhood, letteralmente sorellanza. Per questo, nei giorni in cui tiene banco la guerra su due ruote tra Rossi e Marquez e  impazza l'hashtag #stoconVale, io, guarda un po', voglio dire che sto con Francesca. Sarà che abbiamo lo stesso nome. Del resto, a noi donne basta poco. E pensare che non andiamo neanche dallo stesso parrucchiere.

In questi mesi, l'hanno chiamata in tanti modi: Lady Garcia oppure l'avvenente giovane fidanzata dell’allenatore giallorosso, la donna del tecnico francese oppure la portavoce del fidanzato-mister. L'italiano è una lingua meravigliosa, regala tante possibilità di espressione. Anche quando, come in questo caso, sono tutti tentativi a sminuire qualcuno. Bastava chiamarla Lady Brienza o semplicemente Francesca Brienza. Nome e cognome. Il suo. Troppo semplice, forse.

Per questo, visto che, per qualcuno, sua era la colpa dei risultati altalenanti della Roma e del prematuro rincoglionimento di Mister Garcia, lui che aveva prima riportato la chiesa al centro del villaggio e l'attimo dopo era diventato lo scemo del villaggio  (mamma mia quanto c'ha da fa Garcia dentro a sto villaggio), salvo tornare oggi ad essere fenomeno, mi piace pensare che questo primo posto, che la vetta della classifica è anche sua. Sì, di Lady Garcia. Anzi no, scusate. Semplicemente di Francesca Brienza.

Buon tiki taka a tutti.

Fonte: InsideRoma.com

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom