Breaking News

Conferenza Stampa Fonseca: "Credo nel quarto posto. Il gruppo ci crede ed io credo in loro"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-02-2020 - Ore 13:45

|
Conferenza Stampa Fonseca:

Paulo Fonseca, tecnico della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Cagliari:

Condizioni di Veretout e Perotti?
"Veretout è stanco, come è normale. Non abbiamo tempo per recuperare da una partita difficile in un campo difficile. Perotti è molto debole, sarà difficile recuperarlo per la partita. Veretout si è allenato, ha un piccolo problema al piede, ma sta bene".

E’ finito da poco l’unico allenamento che ha avuto a disposizione. Come sta il gruppo?
"Ci siamo allenati bene, la squadra mi sembra motivata e con fiducia".

La differenza di partite giocate tra Roma e Cagliari farà la differenza?
"Speriamo di no. Il numero delle partite non è importante adesso, ma il tempo di recupero per la gara può essere importante".

Il suo gruppo è in grado di tenere molte partite ravvicinate ad un ritmo intenso?
"Noi vogliamo sempre avere un ritmo alto in ogni partita. Vogliamo sempre avere momenti di accelerazione, in ogni partita. I numeri hanno dimostrato che la squadra corre molto, ma ora è importante gestire il momento della partita. Vogliamo sempre avere momenti di accelerazione, ma è più importante non perdere la palla facilmente per non correre per recuperarla. Scegliere bene il momento in cui attaccare è molto importante in questo momento per la squadra".

Lei crede nella corsa al quarto posto. Ci può spiegare perché ci crede così tanto?
"Sono una persona ottimista e positiva. Abbiamo le possibilità, non credo che l’Atalanta non perderà punti fino a fine campionato. Noi dobbiamo fare meglio rispetto all’inizio. Sono una persona ottimista, vedo che il gruppo ci crede ed io credo in loro, perché sono una persona ottimista. Dobbiamo continuare a lavorare per cercare di prendere questa posizione".

La Roma dopo l’Europa League non ha mai giocato di lunedì. Quanto influisce?
"Stiamo parlando troppo di questa questione, io non voglio che questa questione possa essere un alibi per qualche situazione. Ne ho parlato perché me lo hanno domandato e perché è la verità. Non abbiamo avuto tempo per recuperare dopo la gara col Gent. Influisce sulla squadra? Non lo so. L’ho detto perché per me sono importanti almeno 72 ore per recuperare i calciatori".

Sono state rinviate molte partite. Secondo lei bisognava giocare a porte chiuse o era preferibile rinviare la giornata?
"Le Autorità stanno cercando di prendere le migliori decisioni in questo momento difficile. Io mi fido delle Autorità competenti. In questo momento dobbiamo pensare che loro stanno facendo di tutto. Dopo se c’è un problema di regolarità sportiva, per non avere dubbi, secondo me, se non si gioca una partita non devono giocare nemmeno le altre. Se gioca una giocano tutte, porte aperte o chiuse".

La Roma ha 87 milioni di perdita. C’è un senso di incertezza per il futuro? Lei pensa che questo momento di transizione societaria abbia influito sul rendimento?
"No. Nessuna influenza sui calciatori. Sui numeri: non sono un economista, sono un allenatore, non posso parlare di numeri. Questa situazione non ha nessuna influenza sulla squadra".

Quali sono le condizioni di Diawara e di Pellegrini?
"Lorenzo mi sembra bene, parlo con lui tutti i giorni e mi sembra stia molto bene. Sta recuperando dall’infortunio. Diawara sta meglio ogni giorno, speriamo di averlo come soluzione già nei prossimi tempo. Sta recuperando bene. Penso che, se continua così, dopo la prossima settimana potremo pensare di averlo per giocare, ma dipende dalla prossima settimana".

E’ arrivata un po’ di tranquillità, si può recuperare anche una fase offensiva come ad inizio campionato?
"Sì, vogliamo essere una squadra molto offensiva, così come contro il Lecce, per esempio. Questa partita col Gent è stata diversa, ma vogliamo essere offensivi e lavoriamo sempre per questo".

Dzeko sta giocando tutte le partite da titolare, tranne in Coppa Italia. Riposerà o toccherà sempre a lui?
"Vuoi sapere se Dzeko gioca domani? Domani gioca Kalinic".

Quali sono le condizioni di Pastore?
"E’ una situazione che stiamo cercando di recuperare, il suo è un problema cronico. Nell’ultima settimana è migliorato molto, vediamo nei prossimi tempi".

Si sta formalizzando il passaggio di proprietà. Può portare un po’ di entusiasmo a tutto l’ambiente?
"Se succede ne parleremo dopo".

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom