Breaking News

L’imperativo di Inzaghi «Pensiamo solo a ripartire»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-04-2018 - Ore 08:04

|
L’imperativo di Inzaghi  «Pensiamo solo a ripartire»

LA GAZZETTA DELLO SPORT - CIERI - Il derby conta anche quando non conta. Figurarsi se vale un posto in Champions e la possibilità di riscattare il primo grande flop stagionale. Simone Inzaghi è consapevole che, stavolta, la stracittadina sarà per la sua Lazio ancora più fondamentale di quanto non sia normalmente. Si gioca tanto, il tecnico. Anche se è strano e per molti versi paradossale che, dopo otto mesi vissuti ben oltre le più rosee aspettative, tutto possa crollare in pochi giorni. «Dovremo essere bravi noi – attacca l’allenatore – ad evitare che la macchia dell’eliminazione in Europa League non offuschi quanto di buono abbiamo fatto in precedenza. A Salisburgo abbiamo compromesso tutto con un black out di pochi minuti. Il gol di Immobile ci ha forse rilassati e poi non siamo stati più capaci di rientrare in partita. Ma adesso è inutile e sbagliato guardare al passato. Conta solo il futuro. Abbiamo davanti a noi un traguardo prestigioso da centrare (la qualificazione in Champions, ndr) e sette partite per raggiungerlo. Dovremo dare tutto in ciascuna di queste gare».

CON FELIPE A cominciare dalla prima, che è anche la più difficile. «Affrontiamo una Roma che è forte di suo e che ha anche il morale alle stelle per l’impresa sul Barcellona. Ma sono d’accordo con Di Francesco, in un derby non c’è mai un favorito. Noi più che ai nostri avversari dovremo pensare a noi stessi. Quest’anno contro le grandi squadre abbiamo sempre fatto bene, dovremo essere capaci dia far girare dalla nostra parte gli episodi». Il tecnico sta valutando se apportare significativi cambiamenti rispetto alle ultime partite. Non tanto negli uomini quanto nel modulo, col possibile passaggio alla difesa a quattro. Ma alla fine dovrebbe comunque confermare il solito 3-5-2, con due novità rispetto a Salisburgo: Marusic per Basta sulla fascia destra e, soprattutto, Felipe Anderson invece di Luis Alberto alle spalle di Immobile. «Sono molto contento del suo rendimento – dice Inzaghi di Felipe –, da qui in avanti sarà un’arma in più per noi».

 

 

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT - CIERI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom