Breaking News

Le pagelle di Roma-Shakhtar 1-0: Manolas con la pistola in campo. Florenzi folletto e Dzeko superstar

condividi su facebook condividi su twitter Di: Eduardo Barone 14-03-2018 - Ore 00:22

|
Le pagelle di Roma-Shakhtar 1-0: Manolas con la pistola in campo. Florenzi folletto e Dzeko superstar

INSIDEROMA - EDUARDO BARONE - Roma-Shakhtar Donetsk 1-0. I giallorossi battono gli ucraini e volano ai quarti di finale della Champions League. Dopo 90 minuti durissimi, è la squadra di casa ad avere la meglio. Con una palla gol servita da Strootman che Dzeko trasforma nel boato assordante dell'Olimpico. I ragazzi di Di Francesco tengono bene il campo contro degli avversari forti sia per qualità che per fisicità. La notte di stasera cancella la sconfitta in terra ucraina e garantisce l'accesso ai quarti di finale, che la Roma non raggiungeva da ben dieci anni.

ALISSON - Ci si aspettava un Superman Alisson costretto a fare più miracoli di San Gennaro stasera. Invece, il brasiliano non viene praticamente mai chiamato in causa per smanacciare le conclusioni dei suoi connazionali avversari. In compenso però dirige come un'orchestra la retroguardia giallorossa. 6

FLORENZI - In versione folletto magico. La veronica tra due è una prelibatezza per pochi. La sostanza è il suo lavoro di spola avanti e indietro, con una copertura egregia a respingere gli altri folletti, quelli brasiliani, dello Shakthar. 7

MANOLAS -Il presidente di un club greco è entrato con la pistola in campo. Manolas armato ci scende sempre in campo. Altrimenti non si spiega perché fa così tanta paura agli avversari.  Incoccia, contrasta e scivola quando bisogna salvare in extremis. Partita giocata con autorevolezza. 7

FAZIO - Un'amnesia difensiva che potrebbe costar cara. Si destreggia e coordina con Manolas, intrappolando bene la punta Ferreyra. Fomentato così tanto per il match da spingersi spesso e volentieri in attacco come un vero comandante. 6.5

KOLAROV - Paradossalmente, partecipa di più al gioco offensivo rispetto a Under. Spinge e prende per stanchezza gli avversari. Ha fiato per fare una maratona stasera. 6.5

DE ROSSI - Un blocco monolitico difficilmente sormontabile. E' come un masso dell'Isola di Pasqua. L'esperienza in mezzo al campo si nota. Gli altri saranno pure più giovani, ma dalla sua zona i brasiliani rimbalzano come piombini. 6.5

STROOTMAN - Imbocca con lanci dalle idee giuste ma con misure da Pitran. Poi finalmente prende il metro e disegna per Dzeko un assist come Michelangelo o Brunelleschi progettano una cappella o una cupola. 7

NAINGGOLAN - E' tonato il Ninja. Anello di congiungimento tra i reparti avanzati. Innesca ottimi contropiedi sciupati dai compagni. Poi si sposta sulla destra e si trasforma ne La Cosa. La forza fisica annienta gli avversari. 6.5

UNDER - Il mister lo richiama più volte per la sua pessima copertura. Lui si impaurisce e nella fase di attacco gioca sempre con un occhio alle spalle. Passo indietro rispetto al cursus honorum che stava facendo. Ma è giovane e crescerà. 5

DZEKO - Non si risparmia. Si batte e si sbatte in attesa della giusta chance. Finalmente arriva. Si sposta dalle parti di Butko sul filo del fuorigioco e infilza Pyatov. Mai stato più cinico di quanto lo è stato stasera. 7.5  

PEROTTI - Bocciato nel primo tempo, dove è autore di pessime scelte ed errori semplici. Migliora nel secondo tempo, anche se le esigenze difensive della squadra non gli permettono di giocare spensierato. 5.5

GERSON - Entra per riequilibrare la fascia destra, in quel momento pericolante. Prova di maturità per il brasiliano. Non tira indietro il piede, né scansa la spalla. Può sfruttare meglio l'assist servito da Kolarov. 6

EL SHAARAWY - S.V

DI FRANCESCO - Il suo pressing asfissiante funziona a tratti, anche per merito dello specchio riflesso avversario. A destra Florenzi viene lasciato spesso da solo. Mette due cani da guardia (Radja e Gerson) a proteggere la porta d'accesso all'area difesa da Florenzi. Il suo metodo di verticalizzare e velocizzare la manovra si può dire che sia andato a buon fine. 6.5

------

BRUNO PERES - Pagella speciale per lui. Il tanto criticato terzino ex Torino è stato determinante per il passaggio del turno. Il suo salvataggio all'andata ha permesso di non naufragare in Ucraina e rimanere ancora in partita per il match di ritorno.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom