Breaking News

LIVE - Conferenza stampa Di Francesco: "Gioca Schick domani, Defrel spero di riaverlo per lo Shakhtar. Toro più attento in difesa"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-03-2018 - Ore 15:05

|
LIVE - Conferenza stampa Di Francesco:

Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, era presente quest'oggi alle ore 15 in conferenza stampa alla vigilia del match di domani sera contro il Torino. Queste le sue dichiarazioni:

Voglio ricordare Davide Astori, ho visto la celebrazione ed è stata emozionante, lo ricordo come un avversario pulito ed emozionante, abbraccio la sua famiglia”.

Schick titolare?
"Sì, perché Defrel ha dei problemini e non lo convocherò, spero possa recuperare per lo Shakhtar".

Com'è cambiato il Torino da Mazzarri a Mihajlovic?
Non tanto dal punto di vista del gioco, ha proposto il 4-3-3 ma devo dire che Mazzarri è più attento in difesa, con Mihajlovic erano più aggressivi. Walter è un amico, sono cresciuto con noi, non ho dei bellissimi ricordi contro di lui, spero di sfatare questo tabù”.

L'impresa della Juventus come una motivazione per la Roma in Europa?
“Innanzitutto pensiamo a domani, sento troppo parlare di Shakhtar, rispondo a questa domanda per la mentalità della Juventus, sono stati duri a morire, spero che questa mentalità sia trasmessa a tutto il calcio italiano”.

Rendimento differente in casa e in trasferta?
Sono numeri importanti, dobbiamo cambiare rotta in casa, a livello mentale è una preoccupazione. Non tutte le partite sono state uguali, con il Milan abbiamo meritato di perdere, in altre no. Ora conta solo tornare alla vittoria, io dico che bisogna lavorare nella testa, affrontando questa gara con la cattiveria giusta”.

Come sta De Rossi?
"Moralmente è un ragazzo non dico distrutto ma molto giù, era molto legato ad Astori. Ma dal punto di vista fisico è a disposizione, totalmente. E non sto pensando allo Shakhtar".

La gara di Coppa Italia dello scorso dicembre?
"Sicuramente cambiai un po’ troppo ma la prestazione fu fatta bene, prendemmo gol su 2 palle inattive con troppa facilità ma effettivamente i troppi cambi non hanno avvantaggiato la squadra. Ci saranno cambiamenti domani ma non tanti, li valuterò ma al momento non lo posso dire. L’ultimo allenamento mi darà la sensazione dell’aspetto fisico di alcuni giocatori".

Dopo il Napoli ha avuto la sensazione che sia scattato qualcosa nella testa dei giocatori.
"Per me non è scattato nulla, è un punto di partenza. Mi aspetto una nuova risposta già domani. Non sono contento, ero arrabbiato per il secondo gol preso al San Paolo, figuriamoci se penso a una squadra guarita. Serve continuità e con l’atteggiamento di Napoli possiamo toglierci soddisfazioni".

El Shaarawy?
"Ha avuto un periodo particolare, si allena con continuità e potrebbe essere della partita. Se la deve giocare con Perotti".

E’ cambiato qualcosa sulla fase difensiva? Le condizioni di Pellegrini.

"Pellegrini ha recuperato e ci sarà. Abbiamo concesso più del solito agli avversari, con il Napoli abbiamo ribattuto colpo su colpo. Ora invece si segna con maggiore continuità, si può anche concedere qualcosa ma voglio di più in fase offensiva. Analizzando la gara di Napoli ci sono stati degli errori ma anche tante giocate di qualità da parte loro".

Quante volte abbiamo visto il calcio di Di Francesco?
"Io credo in una tipologia di calcio, molto aggressivo. Ma non sempre ti puoi permettere di esprimerlo. La mia squadra l’ha fatto ma non con continuità. Mi piacerebbe davvero spiegare le mie idee di calcio, non sempre mi riesce, perché non si riesce a trasmettere il proprio pensiero. Dobbiamo ancora lavorare molto, non siamo ancora arrivati a quello che vorrei".

Chance per Jonathan Silva?
"Non è pronto per giocare dall’inizio, si allena bene ma viene da un infortunio lungo. Sta avendo un periodo di adattamento, magari schierarlo a partita acquisita".

Uno tra Strootman e Nainggolan potrebbe riposare?
"Non lo so, penso al Torino. Seriamente, sinceramente è giusto così. Farò le mie valutazioni più opportune per domenica, poi penso allo Shakhtar. Ci sono 4 giorni tra una gara e l’altra, in questo caso il tempo di recuperare c’è. Valuterò in base ai giocatori idonei".

Se la sente di definire Schick al 100%?
"A livello fisico sì, a livello mentale è cresciuto, gli manca ancora qualcosa ma si mette a disposizione. A volte fa delle corse in più rispetto a quello che gli chiedo, è indice di grande dedizione. Si sta pian piano adattando a questa squadra ma vi assicuro che ha qualità importanti".

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

INSIDEROMA è una testata giornalistica on line di carattere sportivo/informativo/quotidiano con Autorizzazione del Tribunale di TIVOLI n. 182/13 del 05/02/2013
Insideroma.com - ©copyright 2016 | P.I. 1077625100 | Informativa sui Cookie | powered by Damicom S.r.l.
chiudi popup Damicom